ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. PIZZERIA IN “NERO”: 7 LAVORATORI SENZA CONTRATTO.

ALESSANDRIA. Lavoratori in prova perenne,ma di fatto erano la forza lavoro che  faceva funzionare la pizzeria. 

Sette giovani sono risultati “in nero” nella pizzeria del centro storico di Alessandria gedtita da un egiziano. 

Gli Ispettori del lavoro, gli agenti della Polizia Municipale, il personale del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’ASL e al Servizio Veterinario, hanno controllato,venerdì 20 luglio, la lizzeria con i primi clienti in coda per gustare una pizza.

L’ispezione ha portato alla luce alcuni cibi non correttamente conservati e quindi sequestrati. 

Gli ispettori del lavoro hanno riscontrato che non vi era traccia dei contratti di sette ragazzi, la maggior parte di nazionalità egiziana, impiegati in cucina come cuochi o aiuto cuochi e gli  altri in sala come camerieri.

Tutti e sette sono risultati privi di copertura previdenziale e assicurativa.

Il titolare della pizzeria ha provveduto ad assumere i lavoratori non in regola e a versare i 2 mila euro per ottenere la revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, dovrà poi pagare le sanzioni comminate dall’Ispettorato del Lavoro di Asti-Alessandria.