Mese: giugno 2018

RIMINI. OPERAZIONE”EDEN BRAND” SEQUESTRI PER 7 MILIONI DI EURO IN ITALIA E A SAN MARINO.

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE CON L’OPERAZIONE “EDEN BRAND” SONO STATI
SEQUESTRATI, IN ITALIA E SAN MARINO, OLTRE 7 MILIONI

19449_20180302_114437
I finanzieri del Comando Provinciale di Rimini stanno dando attuazione ad un provvedimento di sequestro preventivo del GIP presso il Tribunale di Rimini, dott.ssa Sonia Pasini, su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di un imprenditore riminese, operante nel settore dell’abbigliamento.
Il provvedimento magistratuale è stato emesso a seguito delle risultanze investigative emerse nell’ambito dell’operazione “Eden brand”, scaturita da autonomi interventi di iniziativa avviati nell’autunno 2017 dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Rimini per risalire la “filiera del falso”, e nel corso della quale, nel mese di febbraio scorso, le Fiamme Gialle avevano ricostruito un vasto giro d’affari legato alla
produzione su larga scala di abbigliamento contraffatto, che gli indagati commercializzavano su tutto il territorio nazionale, anche utilizzando società di diritto sammarinese, a loro, di fatto, riconducibili.
In quella circostanza erano state eseguite, con l’impiego di oltre 1000 finanzieri appartenenti a 130 Reparti della Guardia di Finanza, oltre 300 perquisizioni su tutto il territorio nazionale e, a seguito di procedura rogatoriale, attivata dalla Procura della Repubblica di Rimini, alcune anche nel territorio della Repubblica di San Marino, dove, a seguito delle operazioni di polizia giudiziaria compiute dalle Autorità del Titano, sono
state individuati 5 capannoni industriali e una tipografia, sequestrandovi oltre 400 mila capi d’abbigliamento, accessori e semilavorati contraffatti, centinaia tra macchinari, lucidi e cliché, nonché disponibilità finanziarie per oltre 300 mila euro.
Complessivamente all’esito di tale articolata attività di polizia giudiziaria condotta dalle Fiamme gialle, coordinate dal Pubblico Ministero dottoressa Paola Bonetti, si è pervenuti all’esecuzione del sequestro penale, confermato anche in sede di Riesame in Italia e Appello a San Marino, di circa 500 mila capi d’abbigliamento contraffatti (prevalentemente riconducibili al noto marchio “Thrasher”), decine di migliaia tra cliché, lucidi, telai e macchinari per la produzione del “falso”, per un valore stimato di oltre 6
milioni di euro.
Alcuni negozianti che avevano acquistato e rivenduto in buona fede la merce nelle proprie boutique si erano resi addirittura disponibili a risarcire i loro clienti tratti in inganno dalla presunta genuinità del prodotto.
Gli accertamenti economico-finanziari sviluppati successivamente dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Rimini hanno consentito di ricostruire l’illecito giro d’affari milionario messo in piedi in poco più di un anno, quantificato in circa 1,7 milioni di euro.
Perciò, a completamento di questa ulteriore fase d’indagine, gli stessi militari della Guardia di Finanza, in ottemperanza a quanto disposto dal GIP presso il Tribunale di Rimini, hanno dato seguito all’esecuzione del relativo decreto di sequestro preventivo per equivalente di disponibilità finanziarie, sei immobili ubicati a Riccione e quote azionarie di tre società, per un valore complessivo di circa 1,7 milioni di euro, pari
all’illecito profitto.

ALESSANDRIA. ARRESTATO CITTADINO NIGERIANO PER MOLESTIE NEI CONFRONTI DEI CITTADINI.

Alessandria, 31 maggio 2018

COMUNICATO STAMPA
Arresto a piazzale Berlinguer

image001 (2)

Questa mattina durante un controllo effettuato al parcheggio Berlinguer è stato arrestato dagli agenti della Polizia Municipale di Alessandria, un cittadino nigeriano di 27 anni già noto alle Forze dell’Ordine.
Il controllo effettuato era specificatamente rivolto alla ricerca di questo individuo più volte segnalato per i ripetuti episodi di molestia ai danni dei cittadini.
Alla richiesta di esibizione dei documenti da parte degli Agenti, il cittadino nigeriano ha reagito violentemente scagliandosi contro i Vigili e cercando, successivamente, di darsi alla fuga.
La pattuglia del Bike Patrol con il supporto di una pattuglia del reparto mobile, subito sopraggiunta sul posto, hanno raggiunto e fermato l’individuo che è stato tratto in arresto e condotto negli uffici del Comando Vigili di via Lanza per l’espletamento dei controlli conseguenti. Il processo per direttissima si svolgerà domani mattina.
“Un plauso agli agenti del Comando di Polizia Municipale che hanno effettuato questa operazione senza farsi male e senza far male all’arrestato – ha commentato il comandante vicario della Polizia Municipale, Alberto Bassani – Siamo riusciti a fermare un soggetto, già più volte segnalato, per le sue attività moleste nei confronti dei fruitori del parcheggio di piazzale Berlinguer”.
“Ancora una volta mi congratulo per il lavoro svolto dagli agenti della nostra Polizia Municipale che con costanza e grande professionalità si prodigano per il controllo del territorio – ha concluso il sindaco del Comune di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco -. Il semipresidio di piazzale Berlinguer voluto dall’Amministrazione Comunale sta dando i suoi frutti e, un passo dopo l’altro, procediamo al contrasto dell’illegalità per garantire ai cittadini, una Alessandria più sicura e di conseguenza più vivibile. Questa operazione mi inorgoglisce particolarmente perché è un’operazione tutta nostra! Non molliamo la presa su piazzale Berlinguer, anzi, posso anticipare che finalmente la situazione del parcheggio è giunta alla sua fase risolutiva. Proprio oggi verrà fermato l’atto di convenzione con l’Azienda Ospedaliera per la monetizzazione del parcheggio, risolvendo una situazione che si protrae da anni e consentendo, finalmente, la realizzazione delle opere di illuminazione e videosorveglianza tanto attese dai cittadini che ne fruiscono”.

ALESSANDRIA. SQUADRA DI MANUTENZIONE IN VIA DEI MARTIRI.

Alessandria, 31 maggio 2018
COMUNICATO STAMPAFES

Prima uscita della squadra di manutenzione in via dei Martiri


Si è svolta oggi, a partire dalle 8.30, in via dei Martiri, la prima uscita sperimentale della squadra di manutenzione che l’Amministrazione Comunale ha costituito a seguito dell’insediamento del ‘Tavolo permanente per la valorizzazione del centro cittadino’.
La squadra, frutto del lavoro sinergico dell’assessorato ai Lavori Pubblici e dell’assessorato al Commercio dell’Ente e composta da manutentori dei Lavori Pubblici, da un giardiniere del verde pubblico e da un rappresentante di Amag Ambiente si è occupata della sistemazione dei cubetti di porfido, della manutenzione del verde, della sistemazione delle vasi e delle fioriere.
All’incontro erano presenti il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini, e l’assessore al Commercio, Mattia Roggero, l’assessore al Decoro Urbano, Piervittorio Ciccaglioni, ed i rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio alessandrino.
La prossima uscita si terrà giovedì 7 giugno, a partire dalle 8.30, in via Migliara.
“Siamo molto soddisfatti dell’esito di questo primo sperimentale intervento che ha consentito di sistemare alcune piccole cose che rendevano poco gradevole un’area centrale della nostra città – ha commentato l’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Barosini -. Non si tratterà di un intervento spot, ma del primo di una serie che riguarderà tutte le aree che non sono oggetto di altri programmi di manutenzione già appaltati. Giovedì prossimo ci occuperemo di via Migliara, per esempio. Ovviamente non ci limitiamo al centro, ma abbiamo in programma di allargare lo sguardo a ricomprendere tutto il territorio cittadino a cui, a piccoli passi, restituiremo il decoro che merita”.
“Si tratta di un piano semplice per il rilancio della nostra Città e del suo commercio – ha continuato l’assessore al Commercio, Mattia Roggero -. E’ un primo passo che va nella direzione di quanto promesso in campagna elettorale ovvero un approccio diretto e una presenza costante, nell’ottica della ‘rinormalizzazione’ della nostra città. Sono piccoli interventi che migliorano la quotidianità di chi giornalmente fruisce del centro. Vogliamo ritornare al passato, quando queste manutenzioni erano erano all’ordine del giorno e ciò che non andava veniva immediatamente ripristinato, senza attendere che diventasse una problematica di più difficile gestione”.
“Un primo intervento che si ripeterà per ridare decoro al nostro centro urbano – ha concluso l’assessore al Decoro Urbano, Piervittorio Ciccaglioni -. Non si tratta solo interventi di manutenzione, ma di un progetto più ampio: siamo già al lavoro, infatti, per procedere alla sostituzione di tutti i cestini per i rifiuti ammalorati ed alla collocazione di posaceneri. Dare il buon esempio è il primo passo per fare in modo che anche chi quotidianamente fruisce del nostro centro, sia invogliato a mantenerlo in ordine. Cerchiamo di fare in modo che siano eliminate le barriere architettoniche, anche con una adeguata collocazione di vasi e fioriere, in modo da creare una sorta di marciapiede naturale per il transito. Infine, per un ulteriore opera di abbellimento, vogliamo rimuovere le paline che sostengono i cartelli con le indicazioni delle vie cittadine e sostituirle con i ‘vecchi’ cartelli attaccati al muro”.

 

ROMA. IL GOVERNICCHIO E’ NATO GIA’ MORTO E PER FAVORE NON CHIAMATELO”GOVERNO DEL CAMBIAMENTO”.

Domani nascerà il nuovo governo,ma quello che si prospetta è l’aborto del buonsenso che ha ceduto il passo all’esigenza di dare un governo “politico” al paese ovvero un governo nato già morto dal quale la Lega di Salvini cercherà la nuova legittimazione e consenso elettorale.

giuseppe_conte_lapresse_2018_thumb660x453

Un governo dalle mille sfaccettature con il solo scopo di non realizzare nulla di più di quello che servirà tra 6 mesi o 1 anno per ripresentarsi agli elettori con promesse nuovamente mirabolanti.

29595428_10214221217098164_1197128662146569484_n

Personalità culturalmente e politicamente lontanissime,spesso agli antipodi vestono il nuovo Arlecchino che nasce da un compromesso tra due caporioni a cui si aggiunto il sostegno dei nostalgici del Duce,tanto per far sfumare il giallo-verde nel nero.

Ma nel nuovo governo ci saranno professori più o meno noti, a cominciare dal premier, l’”esecutore”, per concludere con Giovanni Tria nel ministero-chiave dell’economia, in sostituzione del professore artefice del famigerato piano “B” che con un colpo di mano ci avrebbe portato fuori dall’euro regalandoci svalutazione,inflazione e blocco dei conti correnti.

download (2)

Paolo Savona con la sua storia e la sua età accetterà l’umiliazione delle Politiche europee, un dicastero di serie C,in cui si è realizzata la politica del contrappeso: voleva uscire dall’Europa e invece deve restarci e trattare con gli odiati vicini di casa.

Il tecnico agli Esteri, Enzo Moavero, che fu già ministro con Monti.

E naturalmente i due capi, Salvini e Di Maio, i “premier reali” col loro seguito di fedeli e fedelissimi in altri ministeri.

Un establishment molto variegato in cui spiccano grillini, xenofobi e professori: un’accozzaglia bella e buona. Manca solo l’unto dal Signore.

30656288_2029060673977464_4751552964156456960_n

Di cui si potrà dire tutto.

 

Ma risparmiateci per favore di chiamarla “governo del cambiamento”.