ALESSANDRIA

NOVI LIGURE. “BOMBER” LEVIS TRASCINA LA NOVESE ALLA VITTORIA.

Le novesi hanno una missione, quella di vincere ed acciuffare il terzo posto ormai distante solo 2 punti, lo sa bene anche la classe ’93, Maria Speranza Levis, trascinatrice della Novese e goleador, infatti, la numero 27 in questa stagione ha messo a segno 17 reti, ben 5 nelle ultime tre giornate, numeri da capogiro, numeri da vera Bomber.

DSC_1324

Le Biancocelesti portano a casa i 3 punti battendo 4 a 2 la Molassana Boero.

un primo tempo spento per le padrone di casa che faticano a carburare, complice forse il caldo insopportabile. Per più di 20 minuti le squadre giocano nella metà del campo senza mai creare disturbo ai portieri e serve un’invenzione della solita Levis che al 25° recupera un pallone nella tre quarti avversaria, parte in velocità e brucia la difesa trovandosi a tu per tu con il portiere trafiggendolo.

Le Genovesi, sotto di un gol, accelerano i ritmi ed entrano svariate volte in area senza però trovare il gol, ma al 37° il portiere biancoceleste esce su un pallone pasticciato in difesa e tuffandosi trova solo le gambe dell’avversaria, l’arbitro non può fare altro che intervenire ammonendo l’estremo difensore e decretando il calcio di rigore successivamente trasformato da Marta Pozzo. La prima frazione di gioco termina sul risultato di 1 a 1.

Nel secondo tempo la Novese entra in campo con un’altro spirito, ingrana la marcia e va in goal con Zecchino molto abile a segnare su assist di Accoliti; Passano altri 10 minuti e le biancocelesti trovano anche il terzo gol, stavolta con Serena Accoliti, in due tempi con un primo tiro centrale parato dal portiere, al secondo tentativo la insacca sul primo palo. Le ospiti al 30° minuto trovano il 3 a 2 con Crivelli, altro pasticcio in difesa, palla che sfila e per la numero 11 genovese tutto semplice a porta vuota.
In chiusura Levis trova la doppietta personale e porta il punteggio sul 4 a 2.


Il quarto posto è matematico ma le Biancocelesti con questo risultato si portano a due punti dal terzo grazie al pareggio interno della Lavagnese contro la Florentia finita a reti bianche.