Mese: marzo 2018

TORINO. DISOCCUPATO,PER PER L’INPS, CON SALONE DI BELLEZZA IN NERO.

LA GUARDIA DI FINANZA DI TORINO HA SCOPERTO UN FINTO DISOCCUPATO CHE
PERCEPIVA L’INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE MA GESTIVA UN
SALONE DI BELLEZZA “IN NERO”

18476_auto 1
Percepiva l’indennità di disoccupazione nonostante da alcuni anni gestisse un salone di
bellezza nelle Valli di Lanzo.
Avviata l’attività, la donna, una trentenne del posto, ha pensato bene di non comunicare
all’INPS di essere una libera professionista ed in tal modo ha continuato a percepire
l’assegno di disoccupazione.
La Guardia di Finanza di Torino, nel corso delle indagini, ha scoperto inoltre che
l’imprenditrice in questione non dichiarava alcun incasso dalla propria attività commerciale,
risultando in tal modo completamente sconosciuta al Fisco.
La “contribuente” era tale solo di nome; da un lato, infatti, “non contribuiva” alle entrate
erariali, omettendo di pagare le tasse, dall’altro gravava sulla comunità risultando
disoccupata e percependo un assegno mensile.
I Finanzieri di Lanzo Torinese, in collaborazione con i funzionari dell’I.N.P.S., accertata
l’incongruenza, hanno così approfondito la questione scoprendo che la donna ha
continuato a percepire l’assegno nonostante la titolarità di un’attività commerciale
comportasse l’automatica ed immediata decadenza del beneficio economico.
L’imprenditrice, oltre alle conseguenze di natura fiscali, è stata denunciata alla Procura
della Repubblica di Ivrea per indebita percezione di erogazioni statali.
Il caso non rappresenta una rarità. Sovente le Fiamme Gialle scoprono “furbetti” che
pensano di frodare lo Stato con comportamenti scorretti i quali riverberano i loro effetti
deleteri nei confronti dell’intera collettività.

ROMA. IL BACIO APPASSIONATO DI MATTEO SALVINI E LUIGI DI MAIO.

la politica si sa che produce incertezze,governi ballerini e legislature disastrate e sentimenti di odio,ma in tutto questo qualche volta anche la politica riesce a produrre sentimenti di amore.

1521791429370.20180323_084031_resized

Il bacio appassionato tra il leghista Matteo Salvini,fresco,fresco per aver con la sua ruspa non raso al suolo i campi Rom o i centri sociali,ma di aver fatto licenziare una ragazza che si era rifiutata di servigli un gelato e il pentastellato Luigi Di maio che doo aver appreso con sgomento che tutte le sue dichiarazioni sui candidati da espellere dal movimento o che si sarebbero immediatamente dimessi dopo le elezioni erano solo chiacchiere liberamente sparse al vento, ha fatto il giro del web e sui social abbondano gli sfottò.

Dietro Montecitorio, in un vicoletto, in un angolo di stradina, in una anfratto i due amanti sono stati sorpresi dalla mano dell’artista Maupal,o almeno sembra essere la sua,lo street artist che in passato disegno Papa Bergoglio intento a giocare a tondino e crocetta. Quanta rabbia per decine di coppie di amanti che sono passati di la,si sono baciati,ma nessuno si è mai curato di immortalarli in un murales.

Giggino e Matteo,in via del Colleggio di Capranica, hanno fatto la storia e il piacere dei passanti che si sono sbizzarriti a fare fotografie dei due amanti in muratura,ovviamente si tratta di un disegno e non di Mtteo e Giggino in carne ed ossa.

Un amore di carta,di intonaco e vernice fresca che contrariamente a quanto accadde per Papa Francesco potrebbe resistere a lungo sul muro del vicolo romano.

ALESSANDRIA. IL SINDACO RISPONDE AI COMMERCIANTI ALESSANDRINI.

UFFICIO STAMPA

Alessandria, 22 marzo 2018

COMUNICATO STAMPA

image001

E’ stato pubblicato sugli organi di stampa locali l’appello di una rappresentanza di commercianti alessandrini che sollecitano la scelta di un tecnico per la prossima nomina dell’assessore al Commercio.
Il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha così commentato la notizia:
“Vorrei tranquillizzare i commercianti preoccupati per la situazione del commercio alessandrino perché da tempo stiamo lavorando, insieme all’assessore Riccardo Molinari, per definire strategie di intervento che vadano a beneficio della comunità.
Il rapporto con le associazioni di categoria riconosciute ed attive sul territorio alessandrino, in questi mesi, non è mai mancato e l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con loro, sta facendo quanto nelle sue possibilità per migliorare il contesto urbano. Lo dimostra l’istituzione del tavolo permanente sullo sviluppo di politiche e sostegno alle attività commerciali dove sono state elaborate e discusse proposte concrete per il rilancio come la partecipazione al bando regionale ‘Percorsi urbani del commercio’ che sarà definito e depositato a fine mese.
Non possiamo dimenticare l’impegno dell’assessore Molinari per l’approvazione del provvedimento di detassazione per i nuovi esercizi in apertura che sicuramente avrà delle ricadute positive.
Certo è che la situazione che non solo Alessandria sta vivendo, con le molteplici chiusure di esercizi pubblici, è da imputare non alla politica locale, ma alla eccessiva liberalizzazione voluta delle leggi nazionali Bersani-Monti.
La fiducia che i cittadini hanno risposto nelle nostre proposte, quasi un anno fa, riconfermata con le elezioni dello scorso 4 marzo, ci spinge a continuare a lavorare con lo stesso impegno, consapevoli che la figura che sostituirà l’attuale assessore al commercio, quando sarà necessario, avrà le medesime ed adeguate competenze per ricoprire questo ruolo, nell’ottica della continuità operativa del programma che ci eravamo prefissati. La scelta che opereremo non potrà certo soddisfare le ambizioni personali di qualcuno, ma andrà beneficio di tutta la comunità”.

 

ALESSANDRIA. GRUPPO CONSILIARE PD-LISTA ROSSA SULLE DICHIARAZIONI DEL NEO DEPUTATO RICCARDO MOLINARI.

SULLE DICHIARAZIONI DEL NEO PARLAMENTARE RICCARDO MOLINARI

Camera-755x515

” Siamo rimasti parecchio sorpresi nel leggere l’intervista rilasciata dal neo parlamentare Riccardo Molinari al giornalista Alessandro Mondo e pubblicata su La Stampa Torino (on line) nella giornata di ieri. L’On. Molinari ha dichiarato che ad Alessandria l’ultimo turno elettorale ha dimostrato come si riesca ad affrontare il dissesto di un Comune e al tempo stesso aumentare i voti, a differenza di Chiara Appendino che cercherebbe scuse nello stato dei conti del Comune di Torino per giustificare il calo di consensi.
Qui non si vuole discutere la conclusione alla quale perviene l’ineffabile Molinari, qui intendiamo sottolineare la palese falsità della premessa. E’ accertato da sentenze passate in giudicato sia della giustizia contabile che penale che la Lega Nord abbia pesantemente contribuito a dare l’ultima mazzata allo stato già comatoso delle casse del Comune di Alessandria, precisamente per quanto avvenuto tra il 2007 e il 2012, lustro griffato Forza Italia – Lega Nord. Non solo, dal 2012 al 2017, quinquennio nel quale il centrosinistra guidato dal PD ha responsabilmente affrontato il dissesto e risolto con l’approvazione dei bilanci validati anche dal Ministero, la Lega Nord non ha mai votato nemmeno un atto proposto dalla Giunta volto al risanamento del bilancio comunale. Dal giugno del 2017 la Lega Nord guida un Comune in buona parte risanato nonostante i demeriti acquisiti sul campo.
Leggere le prime righe dell’intervista è uno schiaffo alla storia recente di Alessandria, a chi l’ha vissuta in prima persona, ai cittadini che hanno pagato pesantemente per rimettere in linea di galleggiamento il Comune. Notare la totale assenza di contraddittorio nella silente presenza del giornalista è un fatto che è nostro dovere rimarcare e rispetto al quale Le chiediamo di intervenire.
Parlano fatti e sentenze, non può essere tutto materia di speculazioni elettorali”

Gruppo consiliare Pd Alessandria – Assemblea cittadina PD di Alessandria”

 

ALESSANDRIA.FIRMATO L’ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI ALESSANDRIA.

UFFICIO STAMPA

image001

Alessandria, 22 marzo 2018

COMUNICATO STAMPA

Rinnovato accordo territoriale per il Comune di Alessandria

IMG_6793

E’ stato presentato, oggi, il testo del rinnovato Accordo Territoriale per il Comune di Alessandria alla presenza del sindaco della Città di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, dell’assessore ai Servizi alla Persona e Politiche Sociali, Abitative e per la Famiglia, Piervittorio Ciccaglioni, dell’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera e dei rappresentanti delle associazioni di proprietari (CONFEDILIZIA, UPPI, APPC, CONFAPPI, FEDERPROPRIETA’, CONFABITARE) e delle organizzazioni sindacali degli inquilini (SUNIA, SICET,UNIAT).

Nel corso dell’anno 2017 le parti hanno avviato un proficuo confronto per l’aggiornamento dell’Accordo Territoriale vigente, sottoscritto nell’anno 2015, a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (n. 62, 15 marzo 2017) del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti contenente i criteri generali per la realizzazione degli accordi (da definire in sede locale) per la stipula di contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato, per la stipula dei contratti di locazione transitori e per i contratti per studenti universitari.

Il confronto, proseguito nel 2018, ha indotto le parti a prevedere anche il contestuale aggiornamento del vigente Accordo territoriale per gli studenti universitari sottoscritto nell’anno 2016.

Il nuovo accordo territoriale alla luce delle novità previste dalla normativa, prevede due importanti innovazioni:

  • estensione del beneficio previsto dalla Legge di Stabilità 2016 dell’abbattimento del 25% dell’aliquota ordinaria (10.6 per mille) anche per i contratti di natura transitoria. Questa tipologia di contratto è stipulata per soddisfare particolari esigenze dei proprietari o dei conduttori con particolare riferimento a quelle derivanti da mobilità lavorative e connesse allo studio, all’apprendistato e alla formazione professionale.
  • le comunicazioni che devono essere inviate al Comune e con le quali i contribuenti informano di trovarsi nelle condizioni di poter usufruire del beneficio fiscale, devono prevedere l’attestazione a cura e con assunzione di responsabilità da parte di almeno una organizzazione firmataria dell’accordo. Fino ad oggi ai contribuenti era lasciata la scelta di avvalersi o meno dell’assistenza di una organizzazione firmataria dell’accordo Territoriali. A seguito di questa modifica le organizzazioni si impegnano a contenere l’importo a carico del contribuente relativo al costo da sostenere per l’attestazione da presentare al Comune di Alessandria ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione tributaria.

A seguito del deposito presso l’Ufficio Protocollo del rinnovato Accordo Territoriale sottoscritto, vi sarà la presa d’atto da parte del Comune di Alessandria con deliberazione della Giunta Comunale.

I contenuti dell’accordo saranno riportati nel sito istituzionale con la relativa documentazione per usufruire del beneficio fiscale nelle pagine:

http://www.comune.alessandria.it/servizi/casa-e-politiche-sociali/accordi-territoriali/

http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/imu-imposta-municipale-propria/

Abbiamo inteso proseguire sulla strada già intrapresa per dare ulteriore rilievo alle  politiche di assistenza alle famiglie, già in essere in questo Comune, introducendo elementi migliorativi funzionali nel testo dell’accordo, finalizzate ad agevolare un maggior numero di utenti – ha commentato l’assessore alle Politiche Abitative dell’Ente , Piervittorio Ciccaglioni – . I confronti fattivi che abbiamo portato avanti, in questi mesi,  con le Organizzazioni di proprietari e le Organizzazioni sindacali di inquilini ci hanno permesso di arrivare, oggi, alla firma di questo accordo che ritengo soddisfacente sia la Città che per i cittadini che ne beneficeranno”.

Questa firma è un risultato importante per la Città ed i cittadini e le novità che sono state introdotte allargano la forbice dei potenziali fruitori – ha concluso l’assessore al Bilancio, Cinzia Lumiera –.  Si tratta di un impegno forte per il Comune di Alessandria perché questa tipologia di contratti incide pesantemente sul Bilancio della Città di Alessandria nei termini di abbattimento dell’IMU ed agevolazioni IRPEF, il cui mancato gettito è significativo per le casse dell’Amministrazione. Si tratta tuttavia di uno sforzo che ci assumiamo volentieri, nell’ottica di un investimento per il rilancio della nostra Città su cui tutti dobbiamo puntare”.