AGENDA E APPUNTAMENTI

ROMA. PER CAPODANNO VA IN ONDA LO “SPOTTONE” ELETTORALE DI LUIGI DI MAIO: GRATIS ANZI A SPESE DEI ROMANI.

la sorpresa di fine anno l’amministrazione grillina di Roma aveva intenzione di farla ai romani,gratis per il candidato premier Luigi Di Maio,ma non per i romani che hanno pagato il costo della festa di fine anno.

raggi-725x515.jpg

Il brindisi di fine anno vecchio e per dare un saluto all’anno che verrà la sindaca Virginia Raggi voleva farlo invitando sul palco del Circo Massimo il capo politici del Movimento Luigi Di Maio.

Il regalo per capodanno la sindaca,o almeno nelle sue intenzioni voleva farlo a se stessa,per legittimare e archiviare un anno funesto,con scontri e tensioni nella maggiornaza,inaugurato con l’arresto del braccio destro della Raggi,Raffaele Marra,e in seconda nalisi per realizzare il più grosso spottone elettorale per il candidato premier,Luigi Di Maio.

Luigi Di Maio aveva annunciato la sua presenza nella capitale in un blog di Beppe Grillo,ma no sul palco a fianco della sindaca di Roma: “Domani sera sarò a Roma al Circo Massimo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ci vediamo lì per gli auguri”.
La presenza di Luigi Di Maio sul palco a fianco della sindaca ha scatenato le polemiche e una parte del PD ha annunciato,che nel caso ciò corrispondesse a realtà,presenterà un esposto alla Corte dei Conti.Enzo Foschi,vice segretario regionale dei democratici spiega: “Apprendiamo che stanotte Luigi Di Maio sarà con il sindaco Raggi al Capodanno organizzato dal Comune di Roma al Circo Massimo, con soldi pubblici. Speriamo si tratti di un errore e che il Campidoglio smentisca.  Non si capisce infatti per quale motivo al candidato dei 5 Stelle venga offerta una vetrina così importante pagata con i soldi dei romani. I 5 Stelle continuano a non capire che le Istituzioni sono di tutti e non della Casaleggio Associati e dei loro adepti”.

Il deputato Marco Miccoli si chiede: “A che titolo Di Maio salirebbe sul palco? Purtroppo i grillini si riempiono la bocca di belle parole e poi usano le istituzioni come fosse roba loro”.

Il consigliere PD,Marco Palumbo taglia corto: “siccome quella di Capodanno è una festa pubblica pagata con i soldi dei contribuenti romani, o la sindaca smentisce oppure se Di Maio salirà sul palco per continuare la sua campagna elettorale (a spese dei romani) , siamo pronti ad un esposto alla Corte dei Conti: sui soldi pubblici non si scherza”.
A smentire la presenza di Di Maio sul palco, è arrivata una nota del gruppo comunicazione Cinquestelle. “Per il Pd sembra proprio
inconcepibile eppure è così”.