ROMA. ITALIA DIVISA TRA INCENDI E NUBIFRAGI,DEVASTAZIONE E MORTI.

L’allarme incendi è ormai esteso a tutta la penisola su tutta la nostra Penisola, da Nord a Sud,con uno scenario apocalittico di distruzione e morte.Gli incendi stanno devastando il centro sud: Toscana, Lazio e Campania. Sicilia la regione più colpite. La flotta dei soccorsi in servizio è composta da 28 tra Canadair ed elicotteri.

La flotta aerea in stato di massima allerta è dislocata su 14 basi in tutto il territorio nazionale: Cagliari, Catania, Ciampino (Rm), Napoli – Capodichino, Comiso (Rg), Genova, Grottaglie (Ta), Lamezia Terme (Cz), Olbia, Pescara,Trapani, Rieti, Cecina e Viterbo.

La protezione civile ha reso pubblici i dati degli interventi aerei da gennaio con più di 700 interventi aerei contro i 447 del 2007. Dal 15 giugno 432 le richieste d’intervento, contro le 308 del  2007 e le 261 del 2012.

44 mila ettari andati di bosco bruciati dall’inizio dell’anno.

I dati inquietanti forniti dal dossier “Le mani sporche degli incendi“, presentato ieri nel corso di un flash-mob dei Verdi in piazza del Pantheon a Roma danno solo un idea della devastazione che la penisola italiana ha subito negli ultimi mesi: è bruciato un territorio pari alla provincia di Venezia con un danno economico che sfiora i 900 milioni di euro. La cifra sale fino a 9 miliardi di euro se si considerano i 447 mila ettari bruciati dal 2010 a oggi.

Il danno economico si lega all’inquinamento atmosferico per le emissioni di CO2, e la distruzione dei boschi,che si sta facendo gravissima.

 

Dal fronte incendi ai nubifragi e grandinate al nord  che hanno interessato i settori alpini e prealpini.

Le regioni colpite sono in particolare Valle d’Aosta, alto Piemonte e alta Lombardia e il Trentino dove si sono avuti nubifragi e grandinate di grandi dimensioni con esondazioni e danni in Trentino e  in Valle d’Aosta,colpita in particolare in Valtournenche e a Ollomont dove è stato evacuato un campeggio.

Verbano e Ossola hanno registrato picchi di oltre 100-120mm,superiori sul Canton Ticino: la Svizzera ha sperimentato temporali intensi.

Temporali e grandine e raffiche di vento hanno colpito la Lombardia e la zona dei laghi, particolarmente il lecchese e la Val Brembana. I fenomeni temporaleschi hanno raggiunto i rilievi del Nordest e il Trentino Alto Adige.

Nelle prossime ore sono segnalati gli arrivi di altri temporali che con  Il vortice di bassa pressione centrato tra Inghilterra e Francia continuerà a far arrivare correnti atlantiche instabili sul nord Italia, in scorrimento lungo il bordo dell’anticiclone africano che manterrà le posizioni al Centro sud. Temporali in particolare su Alpi, Prealpi, medio-alto Piemonte, localmente sul Nordest tra Emilia orientale e Veneto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...