Mese: giugno 2017

ALESSANDRIA.NUOVO BLOCCO OPERATORIO PER L’OSPEDALE DI ALESSANDRIA.

ALESSANDRIA . Il direttore generale,Giovanni Baraldi,soddisfatto e non ha nascosto l’emozione per l’apertura del nuovo blocco operatorio dell’ospedale civile di Alessandria:“Un momento storico per l’Azienda Ospedaliera di Alessandria. L’inaugurazione ucciciale avverrà  giovedì pomeriggio col taglio del nastro alle 14.30,ma sarà operativa solo a cine luglio.  Otto sale,dedicate agli interventi di alta complessità: una per la chirurgia robotica e due per le urgenze. Il nuovo reparto potrà sostenere 35 interventi al giorno, supportato con soluzioni tecnologiche all’avanguardia. Progettato due anni fa, è stato finanziato con 4 milioni e 900 mila euro dalla Regione Piemonte.

L’idea ambiziosa a maggio 2015 sostenuta con tenacia, nonostante le incertezze sui finanziamenti e i ricorsi al Tar, vinti dall’ospedale alessandrino. 

Le sale operatorie dell’ospedale passeranno a venti. La riorganizzazione complessiva di tutto l’apparato,la creazione di gruppi di lavoro formati dai professionisti dell’ospedale e ottimizzazione degli spazi.

Gli interventi chirurgici ad Alessandria sono 12 mila, almeno 6 mila ad alta complessita e 2 mila di urgenza,che il nuovo blocco operatorio potrà soddisfare al meglio.

PIRINCIPATO DI MONACO.LUCA MORETTO PREMIATO AL”GALA DE L’ART 2017″DI MONTECARLO.

 

Luca Moretto, vespa Venice a San Pietroburgo


Sabato 17 giugno si è svolta la cerimonia per la consegna dei premi “Gala de l’Art 2017”, l’attesissima esposizione curata da Monac’Art e Patrocinata dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco.
Tra oltre 1000 artisti partecipanti, sono stati premiati 11 finalisti dall’autorevole giuria composta da: l’Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco Cristiano Gallo, il Dott.re Giuseppe Sergio Carlo Ambrosio, il Direttore della rivista Royal Monaco Dott.re Luigi Mattera e il Direttore di Iori Casa d’Aste Stefano Iori.
Gli artisti, Lorenzo Zenucchini(1° posto), Annemarie Ambrosoli (2° posto) e Luca Moretto (3° posto), sono stati scelti come i migliori rappresentanti della New Generation dell’arte Italiana e premiati durante il cocktail di gala nella splendida cornice del Fairmont Monte Carlo. Prossimamente avranno l’onore di vedere le loro opere esposte presso l’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco.
Luca Moretto racconta: ” È stato emozionante sentire la lettura del mio motto – L’ottimismo può fondare le sue radici anche nel dolore – da parte dell’ambasciatore: Dott Cristiano Gallo che mi ha poi rivolto il suo invito a continuare a crederci e farmi portavoce di un importante messaggio positivo che proprio grazie ai miei colori e alla materia siliconica riesco a trasmettere ad un pubblico sempre maggiore e importante.”

ASTI. DIRIGENTE SPORTIVO ADESCAVA LE SUE GIOVANI VITTIME ON LINE PER POI RICATTARLE.

images (56)

Non si è ancora spento l’eco del pedofilo alessandrino suicidatosi in carcere che la cronaca ci riporta un nuovo squallido episodio di pedofilia.Il fato è accaduto tra le provincie di Asti e Cuneo dove un dirigente sportivo adescava le giovani promesse del calcio on line per poi ricattarle.

Le vittime erano ragazzini con meno di 16 anni mentre il pedofilo ne ha 24 anni, direttore sportivo di una squadra di calcio; da due anni la polizia postale lo aveva messo sotto la lente di ingrandimento dopo essere entrato nel mirino degli investigatori della Polizia Postale di Torino.

Una delle vittime un ragazzino astigiano, 14 anni, aveva sporto denuncia contro l’uomo insieme ai suoi genitori,in cui il giovane ha raccontato  particolari molto imbarazzanti.

Attraverso una intensa attività di monitoraggio e di indagine gli investigatori hanno tracciato il sistema di adescamento del direttore sportivo. Il dirigente aveva inventato e prodotto quattro identità femminili finte con immagini di adolescenti molto carine, le cui foto erano state preventivamente rubate in rete servivano ad avvicinare,virtualmente,i giovani e ottenere l’amicizia. Utilizzava termini e dinamiche dei giovanissimi quasi tutti calciatori militanti in squadre fra l’Albese e l’Astigiano.

La falsa amichetta adolescente si mostrava molto interessata all’atleta in erba e con uno stratagemma  li invitava a  inviarle dei selfie erotici, che ovviamente venivano scaricati e conservati dal pedofilo. Avute in mano le immagini imbarazzanti e compromettenti faceva leva sulla vergogna e sull’inesperienza delle vittime, le ricattarle dicendo che le avrebbe pubblicate sui vari profili Facebook, WhatsApp, Kik e Telegram.

I ragazzini pur di evitare la pubblicazione delle foto cedevano al  ricatto inviando altre altre foto osè in cambio della segretezza.

Il giovane calciatore non ce l’ha fatta a sopportare oltre i ricatti ed ha raccontato tutto ai genitori che si sono rivolti alla Polizia che dopo due anni di indagini ed una perquisizione a casa del pedofilo,24 enne, hanno trovato migliaia di video e filmati estorti alle giovani vittime.Sono  oltre un centinaio i ragazzini caduti nella trappola del pedofilo al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari,per evitare,immaginiamo,spiacevoli incontri con altri detenuti con le conseguenze che questi casi comportano.

 

ASTI. MAURIZIO RASERO NEO SINDACO DI ASTI CON IL DUBBIO DI CONFITTO DI INTERESSE.

Il neo sindaco di Asti,Maurizio Rasero, si è appena insediato al palazzo civico di piazza S.Secondo di Asti che arriva la prima doccia fredda. I consiglieri del Movimento 5 Stelle di Asti, Davide Giargia,Massimo Cerruti, Giorgio Spata e Alessia Sapuppo hanno fatto emergere il conflitto sulla questione di incompatibilità Banca – Comune del neo sindaco Rasero.

nelle foto in ordine Fabrizio Brignolo,sindaco uscente;Maurizio Rasero e Masimo Cerruti

Massimo Cerruti,candidato sindaco sconfitto al ballottaggio,spiega: “Manteniamo le promesse e, dunque, il nostro impegno è già orientato verso uno dei nostri obiettivi principali: evitare che gli interessi di pochi prevalgano su quelli della collettività. Nello specifico, come già anticipato durante la campagna elettorale, non tolleriamo che esista un conflitto di interessi, anche solo potenziale, come recita l’art. 63 del Testo unico sugli Enti Locali, in relazione alla persona del nuovo sindaco di Asti che attualmente non si è ancora dimesso dalla carica di vicepresidente della Cassa di Risparmio di Asti, non ha mai dichiarato apertamente di volerlo fare e non ci risulta che abbia avanzato tale richiesta. Il fatto di sedere in entrambe le poltrone non può permettere a chi deve svolgere un ruolo super partes quale quello del primo cittadino, di prendere delle decisioni indipendenti”.

Davide Giorgia aveva presentato una interrogazione urgente analoga,nel giugno 2015, nei confronti di sindaco Fabrizio Brignolo sollevando la questione di incompatibilità: La società Asti Sport aveva ricevuto nel 2005 dalla giunta Voglino la gestione del campo sportivo di corso Alba. La  società nel 2006 si era offerta di eseguire dei lavori di ristrutturazione in cambio di una proroga del contratto di gestione fino al 2020 e per sostenere la spesa aveva acceso presso un mutuo di circa 180.000 euro presso la Cassa di Risparmio di Asti,in cui il Comune di Asti si faceva garante per la società in caso di inadempienza del pagamento delle rate del mutuo attraverso una fideiussione.

La società Asti Sport in difficoltà con i pagamenti, ricevette solleciti di pagamento da parte della banca. I Grillini ricordano che “quindi, la situazione paradossale  era che Fabrizio Brignolo banchiere, in quanto componente del consiglio di amministrazione della banca, si trovava a sollecitare i pagamenti a Fabrizio Brignolo sindaco, in quanto il Comune era garante della società”.“Appare chiaro che il rischio di incompatibilità fra le varie cariche esiste ed è pericoloso che possa frapporsi fra l’interesse della collettività e quello di chi fa parte di un gruppo ristretto come coloro che hanno degli interessi diretti o indiretti nella gestione della Banca di Asti. Purtroppo cambiano i nomi dei sindaci, si alternano destra e sinistra sugli scranni, ma i conflitti di interesse potenziali e reali sono sempre gli stessi e il rischio che a governare la città non sia la politica, ma gli interessi finanziari ed economici di pochi è sempre troppo alto.

Maurizio Rasero, pertanto, è invitato a dare una risposta e a dimettersi entro 7 giorni da oggi, 27 giugno. Il passo successivo, in caso di mancate dimissioni, sarà il ricorso al Tribunale con un’azione popolare”.

ALESSANDRIA.RINVIO DELLA DATA PER LA BATTAGLIA DEI CUSCINI.

 

CITTA’ DI ALESSANDRIA
UFFICIO STAMPA

Alessandria , 27 giugno 2017
COMUNICATO STAMPA
Rinvio dello spettacolo “La Battaglia dei Cuscini”
Lo spettacolo “La battaglia dei cuscini” a cura della compagnia “Il Melarancio” di  Cuneo in programma domani, mercoledì 28 giugno, in piazza Santa Maria di Castello”, a causa del maltempo previsto, sarà rinviato a mercoledì 12 luglio, alle ore 21.

Trattandosi di una  rappresentazione interattiva non può essere proposta in uno spazio alternativo al chiuso.

Per informazioni: Ludoteca C’è Sole e Luna, Via Verona 103, Alessandria, tel. 0131 227216, ludoteca@comune.alessandria.it.

ALESSANDRIA.”IL CONTE E’ RITORNATO AD ALESSANDRIA”: GIANFRANCO CUTTICA DI REVIGLIASCO SI INSEDIA A PALAZZO ROSSO.

Alessandria. Il nuovo sindaco di Alessandria,Gianfranco Cuttica di revigliasco si è insediato oggi a Palazzo Rosso dove con l’aiuto dell’ex sindaco Rita Rossa ha indossato la fascia tricolore.

19424276_1399503700133152_7182980318255650359_n

Gianfranco Cuttica di Revigliasco è giunto in municipio scortato dai suoi fedelissimi e dal segretario della lega nord piemont,Riccardo Molinaro.

Qualche sassolino e qualche curiosità su Gianfranco Cuttica di Revigliasco(detto il “Conte” o meglio il “Conte” è tornato ad Alessandria) noi del Quotidiano on line ce la siamo tolta andando a sbirciare nelle cronache dell’epoca e per fare una prima analisi di che cosa sarà la nuova amministrazione a guida Cuttica.

Matteo Salvini che ha fatto un giro nella città di Alessandria che per prima ha avuto un sindaco leghista tra le grandi città del nord ha dichiarato: qui da noi,è un simbolo, è stato il primo grande centro del Nord ad avere un sindaco leghista all’inizio della nostra storia, con la Francesca Calvo”.

Ma nel 1999 Francesca Calvo fu espulsa dalla Lega Nord avendo appoggiato Domenico Comino,segretario nazionale della Lega Nord Piemont,che  si scontrò con Umberto Bossi al Congresso di Varese sostenendo la necessità di un’alleanza strategica con Forza Italia,ma Bossi dopo il ribaltone del 1995 Bossi guardava a sinistra.

Comino,come la Calvo, fu espulso dal Carroccio.
Nel 1999 le lega di Alessandria fece campagna elettorale per le provinciali con la sinistra e  Gianfranco Cuttica di Revigliasco divenne assessore nella giunta socialcomunista di Fabrizio Palenzona. L’avversario dell’epoca fu Ugo Cavallera che correva per Forza Italia, che perse le elezioni.

Cavallera e Cuttica,dopo 18 anni e dopo la  coltellata alla schiena sono alleati,ma si sa la politica e i soldi,in questi casi,fanno miracoli.
La storia insegna e il tempo è sovrano e un vecchio detto recita  dicevano: chi tradisce una volta tradisce anche la seconda,ma in questo caso il tradimento fu della lega nei confronti dei suoi sostenitori.
Salvini e Gianfranco Cuttica di Revigliasco  hanno dato spettacolo intrattenendo festosamente i supporter cialtronando contro i clandestini,i barboni e i teppisti(sich). non obbiettiamo che il disagio sociale esista ed è anche evidente,ma Il”Conte” Cuttica di Revigliasco dovrebbero spiegare in che modo intendano procedere per ridurre il disagio dovuto a questi fenomeni o se come ormai ci hanno abituati da anni sono chiacchiere da Bar Sport e slogan che lasciano il tempo che trovano durante una campagna elettorale.

Dovrebbe spiegarci il “Conte” di Revigliasco quale è la sua posizione nei confronti dei milioni di euro distratti alla lega in favore della famiglia Bossi,le lauree comprate i Albania,perché una laurea ci vuole e siamo delle capre allora la compriamo con i soldi dei contribuenti.

I soldi della lega investiti in diamanti in Tanzania,ma allora i neri fanno comodo anche alla lega.

I rimborsi spesa degli scontrini della benzina,le mutande verdi(tanto per ricordarci che lega usa solo mutande verdi).

I 50 milioni di euro dei contribuenti finiti nel buco nero de La Padania che ha chiuso,ma i cui redattori sono stati miracolosamente assunti alla regione Lombardia.Molti altri colleghi,anche più bravi,non sono stati così fortunati e sono finiti all’ufficio di collocamento.

Una categoria umana che abbonda tra le fila del “Conte”,come in un girone dell’inferno Dantesco, è quella dei traditori. La nuova compagine governativa alessandrina a breve mostrerà quanti personaggi sono stati eletti e presentati con un vestito nuovo che a breve toglieranno per metterne un altro che più si addice alla loro natura.
La lista dei traditori di “vecchia data” è lunga nella nuova giunta che va a formarsi,anche se più che traditori,io, li chiamerei con il nome vero”collaboratori di giustizia” che hanno in più occasione fornito ala stampa e alle autorità quegli argomenti che poi li hanno sputtanati e fatti incriminare.

Il girone infernale dei “traditori” non avendo alcun idea della politica l’hanno usata per realizzare il proprio reality show personale,come in un quiz oppure come comparse nelle feste in burlesque,hanno seguito i “capò” di turno come Virgilio seguiva Dante e che per l’ennesima volta hanno centrato la cruna dell’ago per infilarcisi dentro.

Tanti auguri per il mandato che (ahimè) durerà 5 anni,salvo complicazioni,e a fine mandato tireremo le somme e conteremo quanti nuovi debiti dovremmo accollarci per aver seguito un sogno trasformato in un incubo al risveglio.

 

ALESSANDRIA. RITA ROSSA LASCIA L’INCARICO AL NUOVO SINDACO DI ALESSANDRIA.

Rita Rossa :
“Cari tutti, oggi ho provveduto al passaggio di consegne e tra queste il passaggio di cassa. 5 anni fa la prendevo con soli 19 centesimi di anticipo tesoreria e 0 € in cassa. Oggi l’ho consegnata con 13 milioni di attivo , come disponibilità di cassa, e nessun euro di anticipo tesoreria. Lavoro duro e difficile svolto che ha comunque lasciato molto alla città”

19554428_1694108107565467_117613766895442159_n

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: