ALESSANDRIA.”IL CONTE E’ RITORNATO AD ALESSANDRIA”: GIANFRANCO CUTTICA DI REVIGLIASCO SI INSEDIA A PALAZZO ROSSO.

Alessandria. Il nuovo sindaco di Alessandria,Gianfranco Cuttica di revigliasco si è insediato oggi a Palazzo Rosso dove con l’aiuto dell’ex sindaco Rita Rossa ha indossato la fascia tricolore.

19424276_1399503700133152_7182980318255650359_n

Gianfranco Cuttica di Revigliasco è giunto in municipio scortato dai suoi fedelissimi e dal segretario della lega nord piemont,Riccardo Molinaro.

Qualche sassolino e qualche curiosità su Gianfranco Cuttica di Revigliasco(detto il “Conte” o meglio il “Conte” è tornato ad Alessandria) noi del Quotidiano on line ce la siamo tolta andando a sbirciare nelle cronache dell’epoca e per fare una prima analisi di che cosa sarà la nuova amministrazione a guida Cuttica.

Matteo Salvini che ha fatto un giro nella città di Alessandria che per prima ha avuto un sindaco leghista tra le grandi città del nord ha dichiarato: qui da noi,è un simbolo, è stato il primo grande centro del Nord ad avere un sindaco leghista all’inizio della nostra storia, con la Francesca Calvo”.

Ma nel 1999 Francesca Calvo fu espulsa dalla Lega Nord avendo appoggiato Domenico Comino,segretario nazionale della Lega Nord Piemont,che  si scontrò con Umberto Bossi al Congresso di Varese sostenendo la necessità di un’alleanza strategica con Forza Italia,ma Bossi dopo il ribaltone del 1995 Bossi guardava a sinistra.

Comino,come la Calvo, fu espulso dal Carroccio.
Nel 1999 le lega di Alessandria fece campagna elettorale per le provinciali con la sinistra e  Gianfranco Cuttica di Revigliasco divenne assessore nella giunta socialcomunista di Fabrizio Palenzona. L’avversario dell’epoca fu Ugo Cavallera che correva per Forza Italia, che perse le elezioni.

Cavallera e Cuttica,dopo 18 anni e dopo la  coltellata alla schiena sono alleati,ma si sa la politica e i soldi,in questi casi,fanno miracoli.
La storia insegna e il tempo è sovrano e un vecchio detto recita  dicevano: chi tradisce una volta tradisce anche la seconda,ma in questo caso il tradimento fu della lega nei confronti dei suoi sostenitori.
Salvini e Gianfranco Cuttica di Revigliasco  hanno dato spettacolo intrattenendo festosamente i supporter cialtronando contro i clandestini,i barboni e i teppisti(sich). non obbiettiamo che il disagio sociale esista ed è anche evidente,ma Il”Conte” Cuttica di Revigliasco dovrebbero spiegare in che modo intendano procedere per ridurre il disagio dovuto a questi fenomeni o se come ormai ci hanno abituati da anni sono chiacchiere da Bar Sport e slogan che lasciano il tempo che trovano durante una campagna elettorale.

Dovrebbe spiegarci il “Conte” di Revigliasco quale è la sua posizione nei confronti dei milioni di euro distratti alla lega in favore della famiglia Bossi,le lauree comprate i Albania,perché una laurea ci vuole e siamo delle capre allora la compriamo con i soldi dei contribuenti.

I soldi della lega investiti in diamanti in Tanzania,ma allora i neri fanno comodo anche alla lega.

I rimborsi spesa degli scontrini della benzina,le mutande verdi(tanto per ricordarci che lega usa solo mutande verdi).

I 50 milioni di euro dei contribuenti finiti nel buco nero de La Padania che ha chiuso,ma i cui redattori sono stati miracolosamente assunti alla regione Lombardia.Molti altri colleghi,anche più bravi,non sono stati così fortunati e sono finiti all’ufficio di collocamento.

Una categoria umana che abbonda tra le fila del “Conte”,come in un girone dell’inferno Dantesco, è quella dei traditori. La nuova compagine governativa alessandrina a breve mostrerà quanti personaggi sono stati eletti e presentati con un vestito nuovo che a breve toglieranno per metterne un altro che più si addice alla loro natura.
La lista dei traditori di “vecchia data” è lunga nella nuova giunta che va a formarsi,anche se più che traditori,io, li chiamerei con il nome vero”collaboratori di giustizia” che hanno in più occasione fornito ala stampa e alle autorità quegli argomenti che poi li hanno sputtanati e fatti incriminare.

Il girone infernale dei “traditori” non avendo alcun idea della politica l’hanno usata per realizzare il proprio reality show personale,come in un quiz oppure come comparse nelle feste in burlesque,hanno seguito i “capò” di turno come Virgilio seguiva Dante e che per l’ennesima volta hanno centrato la cruna dell’ago per infilarcisi dentro.

Tanti auguri per il mandato che (ahimè) durerà 5 anni,salvo complicazioni,e a fine mandato tireremo le somme e conteremo quanti nuovi debiti dovremmo accollarci per aver seguito un sogno trasformato in un incubo al risveglio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...