ROMA. L’ULTIMO ADDIO A STEFANO RODOTA’

Per Stefano Rodotà i  principi della Costituzione sono sacri e non si toccano.Laico e di sinistra nel ’79 divenne parlamentare eletto nelle liste del P.C.I. e nel ’92 come indipendente di sinistra,eletto nelle liste del P.C.I.,poi con la svolta della Bolgnina di Achille Occhetto accettò la presidenza del P.D.S.

images (50)

Negli ultimi anni il pensiero e l’azione di Stefano Rodotà a difesa della costituzione fino alla sua posizione per il NO al referendum voluto da Matteo Renzi.

Laico e  libertario il giurista che non ha mai abbandonato la politica,sia come  protagonista delle battaglie per l’estensione dei diritti dei cittadini, lascia la moglie Carla e due figli,Maria Laura, giornalista del Corriere.

Stefano Rodotà originario della Calabria, di famiglia albanese della comunità arbëreshë del Cosentino,divenne il candidato di bandiera del M5S alla presidenza della Repubblica ed  è stato,dal 18 al 20 aprile 2013,  “il Presidente”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...