ALESSANDRIA. LARA BOMBONATI,FOREIGN FIGHTER CRESCIUTA NELLA PROVINCIA PIU’ PROFONDA.

Alessandria. Lara Bombonati,26 anni,ed una esperienza di combattente del califfato alle spalle,cresciuta nel piccolo borgo Garbagna,nei colli tortonesi,in provincia di Alessandria, era partita per la Siria con il marito ucciso in battaglia.

Era tornata in Italia un paio di volte,l’ultima volta dopo l’arresto e l’espulsione dalla Turchia,ma sempre pronta a rittersi in viaggio per agregarsi alle truppe del Califfato. La procura distrettuale di Torino che ne monitorava i movimenti,ha emesso un provvedimento di aresto nei suoi confronti per il pericolo di fuga per raggiungere la Siria.

Lara si era sposata con Francesco Cascio, originario di Trapani, foreign fighter italiano al servizio dell’Isis,rimasto ucciso il giorno di Santo Stefano durante l’irruzione in un campo di addestramento. Lara dopo la morte del marito aveva deciso di tornare in Piemonte per rifugiarsi a Tortona a casa dalla sorella.

La nonna di Lara ha dichiarato: “Da quando ha sposato quel ragazzo non l’abbiamo più vista: basta, stop, chiuso”.

 Dal giorno del suo rientro in Italia Lara Bombonati, presunta terrorista,è stata messa sotto controllo dagli uomini della Digos di Alessandria,i suoi movimenti monitorati per ricostruire la rete di contatti in Piemonte ed eventuali collegamenti con altre cellule terroriste che operano sul territorio nazionale.

Gli investigatori appena avuta la certezza che Lara stesse per fuggire e rifugiarsi nuovamente in Siria hanno deciso di fermarla.

In Siria ,Lara,sarebbe tornata nella zona in cui è stato ucciso il marito,o comunque in zone controllate ancora dallo stato islamico. La morte di Cascio l’avrebbe confermata Lara durante una telefonata intercettata,in cui peraltro gli investigatori sospettarono che  la stessa Lara a spinse il marito a diventare un combattente,gli avrebbe intimato di fare il proprio dovere.

Le indagini volte a fare emergere i contatti con altri terroristi in Italia,il materiale sequestrato al momento del fermo dovrà essere studiato per chiarire se ci siano referenti o altre persone che voleva convincere ad abbracciare la causa dell’Isis. La sua conversione all’Islam dopo aver conosciuto il marito,conversione confermata durante il trasferimento al carcere della Valletta di Torino: “Sono musulmana”.

L’arresto non è stato ancora convalidato perché deve essere fissata l’udienza. Il legale d’ufficio,Nicoletta Masuelli,assisterà la donna durante il dibattimento.

Lara Bombonati e solo una delle tante donne e uomini convertiti all’Islam che dopo un percorso di radicalizzazione si lasciano affascinare dall’Isis. Altra storia simile quella della latitante Maria Giulia Sergio,ventinovenne che aveva cambiato il suo nome in Fatima prima di partire per la Siria dove è ricercata ancora oggi per una condanna a nove anni comminati dalla corte d’Assise di Milano per terrorismo internazionale e organizzazione di viaggi a fine terroristico.

La procura di Torino mantiene il più stretto riserbo sulla vicenda di Lara Bombonati, l’indagine è in corso,molti  sono i punti da chiarire e non è escluso che altri vengano  indagati nell’inchiesta.

Gli investigatori non escludono il ruolo di fiancheggiatori che l’avrebbero aiutata a muoversi in un territorio difficile come quello siriano e rientrata, due volte, in Italia senza finire nelle maglie dell’intelligence che monitora tutti gli spostamenti da e verso la Siria.

L’inchiesta deve anche chiarire il ruolo della donna nella propaganda su internet che attraverso i siti e i social network fa proseliti tra i sostenitori occidentali della jihad.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...