LISBONA.PORTOGALLO: La foresta di Pedrógão Grande distrutta da un incendio.

L’inferno di fuoco ha cancellato il 95% della foresta di Pedrógão Grande,la tragedia più grave negli ultimi 50 anni. L’ultima nell’estate 2003, con 152 mila ettari di goresta andata in fumo e ucciso 21 persone era stata tra le più cruente.


A Pedrógão Grande sono almeno mille gli uomini impegnati per spegnere l’incendio e psicologi per aiutare i sopravvissuti sotto shock.

Il presidente Marcelo Robelo de Sousa ha detto che :”non era possibile fare di più. Questo tipo di situazione è imprevedibile”. 

Ma la mancata prevenzione ha reso la tragedia più grave,si sarebbero almeno potuto limitare i danni: “Il piano di difesa delle foreste approvato da tempo è rimasto sulla carta. Da troppi anni parliamo di costruire barriere anti-incendio nelle prossimità di case e fabbriche”. 

A 160 km a nord di Lisbona, sono morte 61 persone, con il bilancio sembra destinato ad aggravarsi: 50 i feriti,5 gravi (quattro pompieri e un bambino).Il primo ministro,Antonio Costa,ha dichiarato:”Non abbiamo memoria di una tragedia umana di questa portata” e decretato tre giorni di lutto nazionale.

Escluso il dolo.L’ incendio scoppiato a causa dei fulmini che si sono abbattuti sul bosco,secco per siccità. Il caldo eccezionale e i venti fino a 200 km/h hanno fatto il resto.  Joao Gomes,funzionario del ministero dell’interno: “Le fiamme si sono propagate in modo inspiegabile e incontrollabile”.

La maggio parte delle persone sono morte sulla N-236 che collega Figueiro dos Vinhos a Castanheira de Pera, nel distretto di Leiria. 

I villaggi minacciati dall’incendio hanno indotto molte persone ad abbandonare le abitazioni per cercare rifugio altrove, ma sono finiti in una trappola mortale. Almeno 30 cadaveri,intere famiglie,carbonizzati sono stati estratti dalle auto. Le vittime,moltu bambini,hanno tentato di mettrsi in dalvo,ma sono state investite dalle fiamme o dagli alberi caduti. I pompieri con un centinaio di mezzi sono impegnati a spegnere le fiamme su quattro fronti. Evacuati decine di villaggi. Gli aiuti per far fronte agli incendi sono arrivati da Spagna, Francia e Italia con sette Canadair.Jean-Claude Juncker ha  attivato il meccanismo di protezione civile dell’Ue e ha inviato un messaggio di condoglianze: “I miei pensieri sono per le vittime. Mi complimento con i pompieri per il loro coraggio”. Il Papa all’Angelus ha espresso dolore per il caro popolo portoghese”,Mattarella si è detto “sgomento” e pronto a fornire aiuti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...