TORINO. USURAIO ARRESTATO DALLA G.di F. MENTRE INCASSAVA IL FRUTTO DELL’INVESTIMENTO ILLECITO.

La piaga dell’usura non si ferma e non conosce crisi,anzi con la crisi economica degli ultimi anni ha incrementato i propri affari. La Guardia di Finanza di Torino impegnata sul fronte dell’usura come di altri reati di tipo finanziario ha arrestato in flagranza di reato per usura un sessantaseienne residente a Venaria Reale (TO), Angelo F.

images (7)

L’arresto è avvenuto dopo la denuncia di alcune delle vittime dell’usuraio,la G. di F. (Nucleo Polizia Tributaria di Torino) dopo aver trovato i riscontri dei racconti delle vittime e  raccolto ulteriori elementi di prova nel corso di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese. I finanzieri hanno accertato che Angelo F. erogava prestiti di denaro a soggetti in difficoltà economica, applicando tassi d’interesse ben al di sopra delle soglie previste dalla legge.

Le vittime sottoposte ad usura dovevano provvedere ai pagamenti con cadenza mensile, in date prestabilite e in contanti, nel corso di incontri che l’usuraio teneva con i propri debitori in diversi luoghi della città di Torino.

Nei pressi di un bar in Piazza Carducci mentre l’usuraio incassava il contante sono intervenute le Fiamme Gialle, che monitorando la vittima con indosso aveva nascosta una microspia hanno potuto assistere e documentare il passaggio di denaro.

I militari sono intervenuti e hanno tratto in arresto il Angelo F. che aveva appena incassato 1.050 euro. All’arresto sono seguite le perquisizioni degli immobili dell’usuraio a Venaria Reale, Torino, nel cuneese e in provincia di Imperia, sequestrando più di 55.000 euro in contanti, cambiali per oltre 60.000 euro e assegni per 90.000 euro, privi di data e già firmati, detenuti a garanzia delle somme concesse in prestito alle vittime. Le cautele adottate da Angelo  F.  per nascondere le banconote, che sono state rinvenute ben ordinate in mazzette al interno di alcune cassette portavalori occultate in diversi punti difficilmente accessibili della propria abitazione, persino sotto le tegole del tetto non sono servite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...