Mese: Maggio 2017

QUARGNENTO. FESTA DEL 1° MAGGIO E PRESENTAZIONE DEL PALIO DELL’OCA BIANCA.

logo quotidiano on lineQuargnento 01 Maggio 2017.

 

La settimana delle allegrezze dedicate alla Madonna del Santo Rosario è terminata con il mese di Aprile e il dono degli ultimi ceri da parte della comunità dei giovani e del gruppo di preghiera della compagnia del Santo Rosario.

1° Maggio di festa in tutto il mondo. I festeggiamenti divisi tra feste laiche,religiose,sindacali,politiche e semplicemente con concerti in piazza.

Quargnento per tradizione il 1° maggio è il giorno in cui viene presentato il Palio dell’Oca Bianca che quest’anno si terrà sabato 20 maggio 2017 con la sfilata storica notturna,(dalle ore 21.30), in costumi dell’epoca e le esibizioni in piazza del gruppo storico del rione San Secondo del Palio di Asti e le danze delle dame di Camelòt.La sfilata storica si snoderà nelle vie del borgo alla luce delle fiaccole accompagnata dai tamburini e gli sbandieratori del rione San Secondo di Asti.Seguirà la festa in piazza con l’esibizione dei figuranti del rione S.Secondo in duelli all’arma bianca e a seguire le danze delle dame di Camelòt.

foto d’archivio palio dell’Oca Bianca ed. 2011

La domenica il borgo di Quargnento sarà invaso dal mattino dai pittori che si contenderanno il premio della 8^ estemporanea di pittura dedicata al pittore Carlo Carrà,”La strada di casa”.

Per l’intera giornata di domenica 21 maggio 2017 la Basilica minore di San Dalmazio è aperta al pubblico che oltre al chiostro e agli affreschi potranno visitare il campanile con la guida esperta dei campanari del Monferrato,che dalle ore 11.00 e per tutta la giornata scandiranno le ore con i rintocchi delle campane.

Alle 9.30 la sfilata e mostra della fiat 500 d’epoca del club delle 500.

La giornata prosegue al pomeriggio dalle ore 15.00 con l’esibizione della Urban Style AL A.S.D.

Il gruppo degli sbandieratori del rione San Secondo del Palio di Asti e i falconieri si esibiranno dalle ore 15.45.

dsc_4187

foto d’archivio del Palio di Asti 2016.

Alle 17.00 l’esecuzione dei giochi,coordinati da Marik animazioni,per l’assegnazione del 34° Palio dell’Oca Bianca. I giochi che vedranno impegnati i ragazzi e gli adulti dei 4 rioni,Pont,Pra slà,Cavalera e Crusetta e zola,che da alcuni anni sostituiscono la corsa delle oche per rispetto della dignità e dell’incolumità degli animali,un tempo impegnati nella corsa per la conquista del Palio.

Il tiro alla balestra,alle ore 18.00, per vincere un oca “vera” messa in palio per il primo classificato.

La premiazione dell’estemporanea di pittura alle ore 18.30 sotto il tendone a fianco della Basilica.

La cena alle  ore 19.30 nel cortile dell’oratorio Don Bosco con intrattenimento musicale e concerto del gruppo musicale “SoundCheck”.

Il comitato Palio  e il borgo di Quargnento ringrazia gli sponsor che quest’anno hanno permesso la realizzazione della 34^ edizione del Palio dell’Oca Bianca:

Galleria di Giuseppe Amato per Palio 2 - Copia

giuseppeamato25.altervista.org

 

 

foto digital 2

www.fotodigital.shop

Gallina pasticceria

www.pasticceriagallina.it

info@pasticceriagallina.it

parrucchiera

via G.Valente 12- 15044 Quargnento   Tel. 0131 219414

L’EMPORIO di ANNALISA TESCARO

Piazza 1° Maggio 16-Quargnento 15044     Tel. 0131 2199 63

BAR TABACCHI CAVALLO D’ORO di Genovese Claudia

Piazza 1° Maggio, 12 15044 Quargnento

FARMACIA Gatti dott.Franco

via G.Corrente, 26 15044 Quargnento

DSC_4915

SETTE LUIGI BARBIERE

via Valente,5 15044 Quargnento

RISTORANTE AI QUATTRO GATTI

NON SOLO PORTE

Strada Alessandria 14/A 15044 Quargnento

EURONUMA

Strada Alessandria,14 15044 Quargnento

MODINI

Strada Alessandria 12 15044 Alessandria

PUCCIPLAST

Strada Alessandria,9 15044 Quargnento

COMUNE DI QUARGNENTO

Piazza 1° Maggio 15044 Quargnento 

DSC_7509 palio dell'oca bianca 2017

 

 

 

ROMA. LE PRIMARIE DEL PD VANNO DI TRAVERSO A BEPPE GRILLO CHE NON CAPISCE LA DIFFERENZA TRA UN CLIC E LE CODE AI SEGGI.

images-35

Tutti i dati mostrano la voglia di partecipare alla vita politica del paese. Le polemiche sulla data delle consultazioni non ha dato i frutti sperati e la partecipazione il giorno prima della festa dei lavoratori è stata entusiasmante.

Beppe Grillo non è riuscito ad ingoiare il rospo che gli è andato per traverso e non sopportando le code ai seggi documentate dalle foto, e soprattutto prostrato dai numeri, ha inforcato la tastiera per dedicare un post alle primarie Pd.

Personale e solitaria l’invettiva che ha dedicato contro le code ai seggi,sottolineando che il voto online è più snello e veloce.sopratutto se a votare sono in 35 e a scegliere il candidato bastano 18 voti. Grillo paragona le code alle primarie definendole: “le code ai seggi hanno la stessa lungimiranza di quelli che si opponevano ai treni e alle automobili perché riuscivano a pensare solo a cavalli più veloci”.

Beppe Grillo nel futuro vede  voto elettronico, forse su questo punto non ha del tutto torto,sopratutto quando a contare i voti ci sono anonimi fantasmi.  Il leader grillino non ha ancora capito la differenza tra fare file ai seggi per votare con la voglia di partecipare e cliccare su un tasto senza avere alcun rapporto con gli elettori. La questione vera,per Beppe Grillo, non sta nei clic o di croci su una scheda, ma la voglia di partecipazione e il fatto che la piattaforma Rousseau,gestita da una società privata,la Casaleggio Associati,è sempre più bassa nel M5s.

Le percentuali di votanti ai referendum proposti da Grillo,le comunarie per designare i candidati sindaco sono sempre ridotte a poche decine di click, la partecipazione non è fondamentale nel Movimento. Il caso Genova insegna che le votazioni vanno bene finché il risultato piace a Grillo, nel caso opposto si cancellano.

Le tifoserie divise tra i sostenitori del voto online e quelli delle file ai seggi. Il sistema di voto ai seggi  è testato e difficilmente alterabile,ma con i rischi di casi negativi che ci sono e e ce ne saranno. Il voto online deve essere messo a punto,motivo per cui non è utilizzato in gran parte del mondo e non garantisce ancora la trasparenza.

Il vero punto è la voglia di partecipare che gli elettori del Partito democratico,lo hanno dimostrato oggi con tanta voglia di partecipazione. Le polemiche di Grillo non scalfiscono di un mm la voglia di partecipare a quella che è stat una grande giornata di democrazia. La domanda è quando on line ci sarà una giornata simile?  Il M5s nonostante sia la prima o seconda forza politica nel paese decide ancora la presentazione dei propri candidati con pochi click. Il fatto vero è che non sono i click, ma che i click sono pochi.