Mese: Maggio 2017

MILANO. OBAMA’S DAY A MILANO PER IL SEEDS&CHIPS.

Barack Obama saluta Milano. Dopo la fine del mandato presidenziale Barak Obama per la prima volta si reca in visita in un paese straniero.

182415777-4e0bf0bb-e0b2-4311-b4eb-cf49b251c917(1)161437856-dfd51829-95ba-48dd-8871-8f0cdb127c00(1)

Ha salutato Milano con il braccio alzato ed un sorriso.  La sua visita  per il summit internazionale sull’innovazione alimentare, ‘Seeds&Chips’,ma l’evento vero è la presenza di Obama. L’aereo del presidente Obama è atterrato alle 13 a Linate, nell’area militare dell’aeroporto,da dove ha raggiunto l’hotel 5 stelle Park Hyatt, di fianco alla Galleria Vittorio Emanuele. L’hotel era stato scelto dal Michelle e dalle figlie in occasione della visita all’Expo. La Pinacoteca ambrosiana e il Duomo,sono state le prime tappe della visita alla città. Matteo Renzi ah raggiunto Obama nel promo pomeriggio e  insieme hanno telefonato a Macron per congratularsi della vittoria. Insieme si sono recati a Palazzo Clerici per la cena nella sede dell’Ispi, l’istituto studi politica internazionale.

190342916-fde0eb86-e9b4-47d0-a0cf-177e44d774b8 (2)

Tra gli ospiti Sergio Marchionne, Diego Della Valle, John Elkann, Mario Monti, Marco Tronchetti Provera, Luca Cordero di Montezemolo, Paolo Baratta e Paolo Magri.

 

Il menú italiano è stato cucinato dallo chef del ristorante Da Vittorio di Bergamo.

 

 All’arrivo di Obama migliaia di  persone che hanno affollato il centro città e hanno seguito Obama nelle sue tappe.Il presidente ha salutato la folla che si era radunata fuori dall’hotel fin dalle prime ore del mattino.

Durante la visita a Milano Obama si è concesso alcuni momenti da dedicare alla visita della città, ripercorrendo le strade,le mostre e i monumenti che visitarono la moglie e le figlie. La Pinacoteca e la storica Biblioteca ambrosiana che custodisce il volume con le opere di Virgilio appartenuto a Petrarca,le annotazioni autografe a margine, e il celeberrimo Codice Atlantico di Leonardo Da Vinci.

Il direttore del polo museale lombardo,stefano L’Occaso racconta che:”tra i desideri di Obama, c’era anche la visita al Cenacolo di Leonardo da Vinci. Lui stesso ha chiesto di vederlo e questo mi inorgoglisce”.

Lo speech in Fiera sul cibo e a seguire uno appuntamento istituzionale per Obama è la cena a porte chiuse all’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale, a Palazzo Clerici, con i vertici dell’Istituto e tredici invitati scelti dalla Obama Foundation tra i membri del mondo imprenditoriale.

La cena è divisa in due momenti:  l’incontro tra l’ex presidente degli Stati Uniti e i vertici dell’istituto, il presidente Giampiero Massolo, il vice presidente esecutivo e direttore Paolo Magri, e i vice presidenti Franco Bruni e Carlo Secchi, oltre ad alcuni ricercatori sulle questioni di politica globale, le prospettive dell’Europa e i conflitti internazionali.

La serata proseguirà poi con la cena con  15 ospiti scelti dalla fondazione americana: oltre al segretario del Pd, Renzi e all’ex premier Mario Monti, anche Luca Cordero di Montezemolo,  gli imprenditori Diego Della Valle, Marco Tronchetti Provera e John Elkann. Con loro, Emma Marcegaglia e Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia.

La cucina dei fratelli Cerea da Vittorio di Bergamo,una vetrina della gastronomia italiana, scelti per preparare la cena del presidente Obama.  I mondeghili, crostini con salva cremasco e peperone lombardo, pan brioche con prosciutto crudo di Carpegna e pâté di vitello, lecca-lecca al grana padano, cannolo di Sicilia con burrata e pomodoro candito, pane di Altamura con burro di malga alle erbe e Carpaccio di branzino, crostino con salsa tonnata e acciuga delle Cinque Terre sono tra gli stuzzichini offerti prima della cena. I primi con gnocco di ricotta e patate ripieno di formaggio branzi con tartufo di Bracca. I secondi alette di vitello alla California con purea di patate di Martinengo e piselli novelli. Tiramisù e pasticcini dei Cerea.

Gli interventi delle giornate milanesi al summit ‘Seeds&Chips’. La conferenza sarà incentrata sul tema della nutrizione e sulla produzione alimentare. Barack si confronterà con Sam Kass, chef e consigliere di Obama,artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca, compreso il programma Let’s Move di Michelle.

Tra gli ospiti di Seeds&Chips il premier, Paolo Gentiloni, Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Kerry Kennedy, il vicepresidente di Slow Food

International, Edward Mukiibi e rappresentanti del mondo imprenditoriale Nerio Alessandri, Andrea Illy e Giuseppe Caprotti. Carlo Messina, ad di Banca Intesa, Fabio Gallia, ad di Casa Depositi e Prestiti.I ministri Fedeli, Calenda e Martina che regalerà a Obama dei semi degli orti sociali di Lampedusa.

ALESSANDRIA. ARRIVA CIRC-OLI-AMO AD ALESSANDRIA.

 

CIRCOLANDO

Arriva ad Alessandria CircOLIamo,

la campagna educativa itinerante
del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati

 

Con il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente, ANCI, Regione Piemonte e Comune di Alessandria

 

 

Mercoledì 10 maggio, alle ore 11, conferenza stampa in Piazza Garibaldi

 

 

Arriva ad Alessandria CircOLIamo, la campagna educativa itinerante del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Oli lubrificanti usati, rischi per l’ambiente e opportunità per l’economia nazionale e locale sono i temi principali della conferenza stampa che si terrà mercoledì 10 maggio alle ore 11 in Piazza Garibaldi, all’interno del villaggio CircOLIamo, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Claudio Lombardi e di Sebastiano Di Ficcio, responsabile della rete di raccolta del COOU.

 

L’evento rappresenta la seconda tappa piemontese della campagna educativa itinerante organizzata dal Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e di ANCI, che nell’arco di due anni toccherà tutti i capoluoghi di provincia italiani allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni locali sul corretto smaltimento dei lubrificanti usati e ottimizzarne la raccolta.

 

Dalle 9 alle 11, all’interno del villaggio CircOLIamo, è previsto l’incontro con i ragazzi delle scuole, che parteciperanno agli educational loro dedicati; i ragazzi si fermeranno al villaggio allestito dal Consorzio e giocheranno a “Green League”, il primo social game finalizzato all’educazione ambientale.

 

Nel corso dell’incontro con la stampa verranno resi noti i dati di raccolta degli oli lubrificanti usati in Piemonte e in particolare in Provincia di Alessandria. Il Consorzio proporrà, insieme ai relatori, le soluzioni ad eventuali difficoltà o inadempienze. L’olio lubrificante usato è un rifiuto pericoloso che deve essere smaltito correttamente. Se utilizzato in modo improprio può essere estremamente dannoso per l’ambiente e per la salute umana: basti pensare che 4 kg circa di olio – il cambio di un’auto – se versati in mare posso coprire una superficie grande quanto un campo di calcio.

 

 

 

 

ALESSANDRIA.NOTIZIE UTILI.

 

CITTA’ DI ALESSANDRIA

 

UFFICIO STAMPA

Alessandria, 8 maggio 2017

 

COMUNICATO STAMPA

 

                              Provvedimenti viabili

 

Ex ospedale Militare_Scatola sonora – Dal 9 al 25 maggio

Per consentire lo svolgimento delle operazioni di carico/scarico degli allestimenti per gli spettacoli teatrali nell’ambito della rassegna “Scatola Sonora”, dalle ore 8 alle ore 24 del periodo compreso fra l’ 8 e il 9 maggio e del giorno 22 maggio vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata in via XXIV Maggio civ. 5, sull’ area di sosta adibita al carico/scarico merci, fatta eccezione per i veicoli muniti di apposita autorizzazione rilasciata dal Nucleo Autorizzazioni, adibiti all’allestimento degli spazi.

 

Lavori edili di ripristino del campanile della parrocchia di santa Maria della Sanità in via Rettoria/via della Cappelletta – Venerdì 12 maggio

 

Per consentire lo svolgimento dei lavori di manutenzione alla copertura

del campanile della parrocchia Santa Maria della Sanità di via Rettoria, con utilizzo di piattaforma elevatrice , dalle ore 8 alle ore 12 di venerdì 12 maggio vigerà  il divieto di transito in via della Cappelletta, nel tratto compreso fra via Rettoria e via del Barcaiolo.

 

Manutenzione di fabbricato in via Legnano – 11 e 12 maggio           

Per consentire lo svolgimento dei lavori di manutenzione al tetto dello stabile sito in via Legnano 16/18 con utilizzo di piattaforma elevatrice dalle ore 8.30  alle ore 17.30  dei giorni 11-12 maggio, vigerà il divieto di transito  in via Legnano, nel tratto compreso fra piazza Marconi e corso Roma.

 

 

 

Lavori ad un immobile in via Tripoli – 19 e 20 maggio

Per consentire lo svolgimento dei lavori di posa di dissuasori antipiccioni

all’immobile ubicato in via Tripoli angolo via Pontida, con utilizzo di una piattaforma elevatrice, dalle ore 8.30 alle ore 17.30,  di venerdì 19 maggio vigerà il divieto di transito in via Tripoli, nel tratto compreso fra via Dante e via Pontida.

Successivamente, dalle ore 8.30 alle ore 17.30,  di sabato 20 maggio vigerà il divieto di transito in via Pontida, nel tratto compreso fra piazza della Libertà e via Tripoli.

TORINO.180 FINTI POVERI SCOPERTI DALLA GUARDIA DI FINANZA A TORINO.

I FURBETTI BENESTANTI  A TORINO AVEVANO PERCEPITO INDEBITAMENTE  CONTRIBUTI PER OLTRE 550.000 EURO.

La Guardia di Finanza di Torino facendo controlli e  indagini ha fatto restituire alle casse dello Stato da 180 “furbetti” benestanti, qualcuno addirittura facoltoso, oltre 550.000 euro. Alcuni addirittura avevano chiesto di usufruire dei servizi pubblici gratuitamente, fingendosi nullatenenti.

I furbetti della povertà hanno usufruito delle esenzioni dal pagamento della tasse universitarie laureandosi  senza costi a carico,utilizzato gratuitamente gli alloggi dell’ATC,sconti sulle bollette di luce acqua e gas, mense scolastiche gratuite tutti benefici questi, che rappresentano un costo vivo per tutta la collettività,che spettano a coloro che effettivamente sono in difficoltà economica.

Tra i casi scoperti dal Gruppo della Guardia di Finanza di Torino due sono particolarmente emblematici: uno studente di informatica dell’Università di Torino, il cui genitore è un lavoratore dipendente, non ha pagato le tasse universitarie perché nel calcolo del reddito familiare, “semplicemente”, non ha indicato cinque immobili del valore di circa 220.000 euro,né il saldo dei conti correnti, ammontanti a ben 700.000 euro.

Lo stratagemma ideato da uno studente di giurisprudenza che ha tentato di dimostrare di essere autonomo rispetto al proprio nucleo familiare, dichiarando un reddito inferiore a 7.000 euro l’anno, compenso percepito a titolo di contributo da un’associazione sportiva dilettantistica, che ovviamente è fiscalmente esente.

Le indagini hanno dimostrato che lo studente non era economicamente indipendente, ma da considerarsi fiscalmente a carico della famiglia d’origine che poteva disporre di un patrimonio immobiliare del valore di quasi 500.000 euro e di un reddito anno di circa 190.000 euro.

Questi comportamenti fraudolenti, ricorda la Guardia di Finanza, non solo danneggiano l’Ente che eroga il contributo, ma anche tutti i cittadini che vedono aumentare i costi dei servizi pubblici.

GENOVA. LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA 37.500.000 PASTIGLIE DI TRAMADOLO:”LA DROGA DEL COMBATTENTE”.

L’OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA GENOVA ED DELL’AGENZIA DELLE DOGANEHANNO PORTATO AL  SEQUESTRO DI OLTRE 37 TONNELLATE DI “DROGA DEL COMBATTENTE” .

14685_Foto 1

L’indagine del Procuratore Distrettuale Antiterrorismo,dott. Federico Manotti,ha condotto i militari della G.di F. di Genova e dell’Agenzia delle Dogane al sequestro di 37.500.000 pastiglie di tramandolo, in esecuzione di un provvedimento emesso dal GIP del Tribunale del capoluogo ligure.

Il tramadolo è un oppioide sintetico, utilizzato nella terapia del dolore, che si presta ad usi non terapeutici e utilizzato in tutto il Medio Oriente come una sostanza stupefacente. Il carico, proveniente dall’India, era destinato in Libia, dove avrebbe alimentato i canali illeciti di smercio di questa sostanza. Lo scenario internazionale,e l’intensificarsi dei conflitti in tutto il medio oriente, nei mesi scorsi è stato messo sotto osservazione dalle fiamme gialle di Lungomare Canepa,in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane,intensificando i controlli delle merci dirette in Libia.

I militari durante le operazioni di controllo hanno indviduato tre containers,il cui contenuto era stato dichiarato come contente stoffe sintetiche e shampoo per capelli.  I finanzieri hanno scoperto che dietro alcuni scatoloni, utilizzati come carico di copertura, erano nascoste ben 37.500.000 pastiglie di “tamol x”, che, all’esito delle conseguenti indagini, venivano sottoposte a sequestro preventivo, in quanto merce accompagnata da documentazione doganale e commerciale falsa, strumentale a trarre in inganno gli Organi accertatori.

Il provvedimento cautelare è stato richiesto dalla Procura Distrettuale Antiterrorismo ipotizzando i delitti di “falsità ideologica mediante induzione” aggravati dalla finalità di terrorismo, configurazione giuridica che è stata accolta dal Gip del Tribunale di Genova che ha quindi disposto il sequestro preventivo dell’ingente quantitativo di tramadolo.

La vendita al dettaglio del farmaco sequestrato avrebbe fruttato circa 75 milioni di euro, ciascuna pastiglia sul mercato nero nord africano e medio orientale viene venduta a 2 Euro. Le informazioni condivise con fonti investigative estere farebbero supporre che i proventi sarebbero stati destinati a finanziare il terrorismo islamico. Il tramadolo, come testimoniato dai rapporti dell’UNODC ha dirette implicazioni anche sui teatri bellici, essendo utilizzato dai combattenti sia come eccitante, sia per aumentare le capacità di resistenza allo sforzo fisico.

L’operazione si è avvalsa della preziosa collaborazione della D.E.A. americana e della Direzione Centrale dei Servizi Antidroga presso il Ministero dell’Interno e del supporto del Comando Generale della Guardia di Finanza- II Reparto- Ufficio Cooperazione Internazionale e Rapporti con Enti Collaterali, nonché del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza di Roma, per i particolari accertamenti svolti sulla rete internet. Guardia di Finanza Comando Provinciale Genova 16149 Ge

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: