TORINO. CHIARA APPENDINO MOLTO CHIARA:PER DIECI MESI HA RACCONTATO BUFALE SUI BUCHI DI FASSINO.

la Sindaca Appendino ha raccontato la favoletta del buco lasciato dall’amministrazione Fassino,lo hanno ripetuto nelle fabbriche e nelle aziende un esercito di decelebrati al servizio di sua maestà Beppe. Il buco di Fassino secondo Chiara avrebbe impedito qualsiasi margine di manovra nel disastro dei conti torinesi. Il buco si scopre ora che non  c’è, la giunta Fassino non ha lasciato il Comune con i conti disastrati,ma in ordine. La Corte dei Conti. ha stabilito che la litania dei “debiti di Infrato fuori bilancio”semplicemente non esistono, perché quei soldi non sino mai stati fuori bilancio.

images (22)

Nuova Società in un articolo a firma Andrea Doi, citando la Corte dei Conti che si avvia a chiudere l’istruttoria sugli ultimi bilanci del mandato di Piero Fassino seppellendo ora et semper la polemica del “buco” che ha caratterizzato il nullafaccentismo appendinico nei primi dieci mesi di governo.

Il sito online  del mensile : “la scorsa settimana Palazzo Civico ha ricevuto il documento che conclude l’istruttoria della Corte dei Conti i cui contenuti sono stati diffusi quest’oggi da un quotidiano torinese. La Corte, dopo aver analizzato la documentazione inviata dalla Città, conferma che i mutui sono di Infrato eGtt e non sono imputabili al socio (la Città). È la stessa conclusione a cui era arrivato l’audit dei dirigenti del Comune (LEGGI ARTICOLO), prima brandito come una clava dall’amministrazione e poi abbandonato quando le sue conclusioni non contribuivano ad alimentare gli alibi di quello che abbiamo battezzato come “paradigma vittimario”.  Fassino nel 2014 e nel 2015 e poi Appendino nel 2016 hanno coperto parzialmente i contributi da versare ad Infrato: quel debito, dunque, rimane e dovrà avviarsi un piano di rientro a condizioni diverse da quelle attuali. Il Comune, infatti, contribuiva a versare 21 milioni di euro all’anno alla sua partecipata quale contributo alla costruzione della metropolitana, ma poiché il peso di questa rata è diventato insostenibile è ora necessario rimodularlo nel tempo. Un’ipotesi di rinegoziazione, a quanto scritto nell’audit, era già stata avviata dalla precedente amministrazione, ma questa non è stata conclusa dalla Giunta a 5 stelle che ha preferito lasciare spazio a dieci mesi di polemiche invece di affrontare e risolvere la situazione”.

La realtà dei conti torinesi è assai diversa da quella rappresentata dal M5S e dalla sua Sindaca: “oltre al buco che non c’è, ci sono anche meno debiti di quello che raccontano perché il debito scende, la gestione corrente è in miglioramento e le scelte fatte dalla precedente amministrazione Fassino sono state considerate legittime, nonostante l’indebitamento e i problemi di cassa. Problemi che sono notevolmente peggiorati da quando la Sindaca Appendino è in carica. E non per colpa di Fassino. Ecco così sbugiardata un’altra delle bufale seriali del M5S”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...