BERGAMO. DIVENTA MAMMA,MA AL RIENTRO IN AZIENDA IL SUO POSTO DI LAVORO VIENE SOPPRESSO:”LICENZIATA”.

Le storture di anni di depotenziamento dell’art.18,dello statuto dei lavoratori,la legge Biagi,la riforma Fornero ed infine il jobs act di Matteo Renzi continuano a mietere vittime. Le vittime sono sopratutto coloro che invece dovrebbero essere tutelate,in questo caso una neo mamma che si è vista consegnare la lettera di licenziamento per giusta causa per soppressione d’ufficio:”il suo posto di lavoro non esisteva più”.

I sindacati hanno comunicato di uno sciopero che ha coinvolto tutti i lavoratori della Reggiani Macchine di Grassobbio:”Tutti in sciopero, immediato e all’improvviso. I 230 dipendenti della Reggiani Macchine di Grassobbio sono davanti ai cancelli per protestare contro il licenziamento di una collega e sostenere la trattativa che Fim Cisl e Fiom Cgil stanno intrattenendo con l’azienda, da meno di 18 mesi assorbita dal gruppo americano Efi e specializzata nella produzione di macchinari per la stampa”.”Per giustificato motivo oggettivo e soppressione della mansione”, ai danni di una “donna di 30 anni, da poco rientrata dalla maternità”.

In una nota di Fim e Fiom”I lavoratori sono preoccupati soprattutto dalle modalità e dalle relazioni sindacali che la proprietà ha adottato da qualche tempo e chiedono il ritiro del licenziamento e il ripristino di un sistema di relazioni corrette”.

Titti Di Salvo,vicepresidente dei deputati PD: “Bisognerà approfondire ciò che è successo, ma da ciò che appare alla fabbrica Reggiani si è consumato un fatto grave e, contemporaneamente, un gesto di solidarietà importante da parte dei 230 dipendenti della fabbrica, scesi in sciopero contro il licenziamento di una collega appena rientrata dalla maternità. E’ uno straordinario segnale di sensibilità e consapevolezza del valore dell’unità. E’ questa la via per sconfiggere le ingiustizie e l’arroganza che è spesso dietro alle scelte pagate dai lavoratori e soprattutto dalle lavoratrici. Da Bergamo arriva una lezione di futuro”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...