NOTIZIE DAL MONDO

WASHINGTON. ANDARE A SCUOLA CON LA PISTOLA,SEMBRA UN FILM ED INVECE E’ REALTA’.

La pistola nello zaino e i libri sotto il braccio. In Georgia dal 1° luglio sarà consentito con due sole limitazioni. Bandite in alcuni settori dell’università,dormitori,le aule e durante gli eventi sportivi,ma potranno essere portate se nascoste. 

images (24)

Il governatore repubblicano dello Stato americano,Nathan Deal, ha firmato un provvedimento che autorizza gli studenti a entrare armati all’interno dei campus.

La Georgia,dopo l’Arkansas,ha liberalizzato le detenzione di armi nelle università pubbliche. Deal per giustificare il provvedimento ha affermato che:  “sfortunatamente ci sono parti dello Stato in cui il cammino per l’istruzione viaggia su un terreno pericoloso”.

Il governatore che lo scorso anno si era opposto al provvedimento lo ha accettato quest’anno giustificando il veto perchè non c’erano zone franche nei campus. A nulla sono valse le proteste delle amministrazioni universitarie e dei leader delle associazioni studentesche contrarie al provvedimento.

Gli Stati americani sono in maggioranza contrari alla detenzione di armi nei campus universitari, soltanto una decina di stati hanno autorizzato a portare la pistola negli zaini:  Texas, Colorado, Idaho, Kansas, Mississippi, Utah, Wisconsin e Oregon. In Utah, nel 2007 un attentatore uccise 30 persone nell’ateneo Virginia Tech. Ad Atlanta, capitale della Georgia, il 28 aprile il presidente,Donald Trump,dopo Ronald Reagan,nel 1983,ha tenuto un discorso alla National rifle association (Nra), il principale gruppo di pressione a favore delle armi negli Usa e amico della Casa Bianca e della nuova presidenza.

 

Categorie:NOTIZIE DAL MONDO