NAPOLI. ERCOLANO LA FOTO CHE SCANDALIZZA I PRODUTTORI DI FANGO QUOTIDIANO.

Sospetti sul boom che avrebbe consegnato cinquemila voti degli oltre 1.850.000 votanti alle primarie al partito di Renzi. Un migrante nel video di Fanpage: “Condotti a votare”. In un altro video una aspirante alla notorietà si è vantata di aver votato ben 5 volte in diversi seggi di Milano. “Peccato che la “giornalista” abbia omesso di specificare che all’atto dell’iscrizione on line ha fornito falsi indirizzi di residenza e di aver mentito agli accertatori nella fase di controllo dei documenti.Una altra chicca dei produttori di fango l’intervista a due zingarelle che dichiararono:” Con i furti guadagniamo 1.000 euro al giorno” peccato che quel giorno avevano guadagnato solo 20 euro,quelli che la”giornalista” gli aveva elargito per dichiarare che ne guadagnavano almeno 1.000.

Se la nostra “giornalista” avesse dichiarato il falso in una normale consultazione elettorale sarebbe in galera a meditare sul suo operato.

231749023-6005283b-88b3-4d5e-9364-cf9a8c1e0ff9

La vecchia destra si evolve e per farlo non guarda ai costi.  I migranti del Cas ai piedi del Vesuvio,centro di accoglienza straordinaria per i richiedenti asilo,secondo il resoconto di alcuni organi informazione nazionale pare abbiano potuto votare. Come abbiano fatto,con quali documenti,con quale iscrizione ad una qualsiasi circoscrizione elettorale non si sa,non ce lo hanno spiegato,ma pare abbiano votato.  Il “primato” dei 5 mila votanti di Ercolano, la città degli Scavi e del Vesuvio, sono sicuramente un record nazionale. il comune è governato dal renzianissimo  sindaco, l’avvocato Ciro Buonajuto.

Dal vulcano, racconta un giovane nero, elettori sarebbero stati “prelevati” e indotti “a votare per Renzi, il racconto ovviamente anonimo e non verificabile con due euro di compenso. La presunta maledizione delle primarie a Napoli e dintorni che negli anni ha accompagnato le primarie,ma solo quelle del PD,gli altri non le fanno.  Nel 2011, i “cinesi” del fu candidato sindaco Andrea Cozzolino in lotta contro Umberto Ranieri,  l’ex delfino di Giorgio Napolitano. I gazebo annullati senza esiti ufficiali. Oggi, gli “africani” del Vesuvio.

 

Il resto è cronaca. Cronaca fatta di fango da parte di gente che non ha nulla da proporre e allora va bene il cinese,va bene il nero, va bene la zingarella,va bene tutto purchè il fango sia sparato contro l’unica istituzione popolare e democratica che nessun altro vuole,da Grillo a Berlusconi,le “Primarie” per scegliersi il leader e la dirigenza del partito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...