ROMA. INCHIESTA CONSIP INDAGATO PER FALSO IDEOLOGICO IL CAPITANO GIANPAOLO SCAFARTO.

39e275151017723da4c834cbb99b3ead-19526-20311-krtF-U11002214263411RPC-1024x576@LaStampa.it15267736_10154370162719915_5107517707652903466_n

L’indagine su Tiziano Renzi assume sviluppi imprevedibili e nell’inchiesta Consip un capitano dei del Noe è stato indagato per falso ideologico dal procuratore Paolo Ielo. Il capitano del Noe Giampaolo Scafarto è stato  accusato dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dal pm Mario Palazzi di falso materiale e falso ideologico per aver attribuito ad Alfredo Romeo il contenuto di una intercettazione ambientale. La frase incriminata:  “Renzi (Tiziano) l’ultima volta che l’ho incontrato”sarebbe stata pronunciata dall’ex parlamentare di An, Italo Bocchino,colui che l’ha detta realmente. Convocato in procura dal pm Mario Palazzi, l’ufficiale del Noe si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Non esiste nei fatti nessuna prova di un incontro fra Tiziano Renzi e Alfredo Romeo

Le prove di un incontro fra Tiziano Renzi e Alfredo Romeo non esistono contrariamente a quanto sostenuto nell’informativa trasmessa dei carabinieri del Noe. Il capitano Scafarto sarebbe autore di un’informativa che ha accreditato la tesi del coinvolgimento di personaggi appartenenti ai servizi segreti e di aver riferito il passo di una intercettazione ambientale. Il  militare impegnato nel recupero dei pizzini scritti nell’ufficio dell’imprenditore Romeo ha affermato che durante lo svolgimento dell’indagine “lo scrivente ed altri militari di questo comando hanno il ragionevole sospetto di ricevere attenzioni da parte di qualche appartenente ai servizi” indicando la presenza di una vettura sospetta il cui conducente risultò poi essere l’autista dell’Opera Pia stabilimenti spagnoli in Italia e residente a pochi metri dal parcheggio dove era in sosta la vettura.

 

L’ex premier,Matteo Renzi: “La verità sta venendo fuori”.Ospite dei porta a porta sul caso Consip dichiara senza alcuna polemica: “È molto strano quello che sta accadendo”. “Ho totale fiducia nella magistratura, la verità sta venendo fuori».”Sull’onestà  non accetto lezioni, rivendico la parola onestà, non credo ai complotti e alle manovre, credo ai giudici di questo Paese, credo nell’Arma dei Carabinieri, chi non ha paura della verità non può che dire: aspettiamo. Qualcuno ha costruito un falso. Punto. I processi non si fanno sui giornali, si fanno alla fine”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...