ROMA.IL FUOCO DI GRILLO HA FATTO SOLO TANTO FUMO. LO STADIO SI FARA’:A TOR DI VALLE.

SOLO IERI TITOLAVAMO:LO STADIO SI FARA’ NON SI FARA’,SI FARA’,MA NON A TOR DI VALLE.IERI SERA L’ENNESIMA GIRAVOLTA DEI PENTASTELLATI,IL DOPPIO,IL TRIPLO SALTO MORTALE CON AVVITAMENTO SU SE STESSI ET VOILA’ LO STADIO SI FARA’.DOVE? MA A TOR DI VALLE NATURALMENTE TRA RISCHI IDROGEOLOGICI LEGATI ALLA POSSIBILE ESONDAZIONE DEL TEVERE. E PENSARE CHE IL COMICO,BEPPE GRILLO,AVEVA ADDIRITTURA SCOMODATO TECNICI ED ESPERTI PER DIMOSTRARE CHE IN QUELL’AREA LO STADIO PROPRIO NON SI POTEVA FARE;SI ERA PRODIGATO COME NON MAI E MOSTRATO ALLE TELEVISIONI,COSA INUSUALE PER IL COMICO ABITUATO AL BLOG CON CLICK A PAGAMENTO,PER ESPORRE LA SUA CONTRARIETA’ AL PROGETTO.

Lo stadio di Roma si farà,questa è l’unica notizia certa,l’altra è che si farà nella tanto contestata Tor di Valle. E’ quanto emerso dall’incontro in Campidoglio,tra la sindaca Raggi,il costruttore Luca Parnasi e il ds della Roma Mauro Baldissoni,rappresentante il presidente James Pallotta. La  Raggi aveva un confronto con i consiglieri M5s della maggioranza. L’accordo prevede il taglio del 50% delle cubature previste dal progetto originario,il 60% in meno per la parte destinata al Business Park.

Virginia Raggi ricoverata in mattinata per un malore e sottoposta a una serie di accertamenti ha potuto lasciare l’ospedale per l’incontro decisivo con i proponenti dello dello stadio di Roma,slittato di 2. La sindaca a causa del ricovero,poi qualcuno nega che esistano i miracoli,al San Filippo Neri aveva annullato una conferenza stampa prevista per le 11; in dubbio anche la sua presenza al vertice con il dg giallorosso Baldissoni e il costruttore Parnasi, ma dopo le rassicurazioni dei medici circa il suo stato di salute, ha confermato l’appuntamento.

Cambio di posizione,giravolta su se stessi e capriola con doppia salto mortale per i grillini,dopo la dichiarazione di guerra del comico patron del movimento:”lo stadio si farà,ma se si farà non sarà a Tor di Valle che è a rischio idrogeologico per le possibili esondazioni del Tevere. Lo stadio si farà,a Tor di Valle,nonostante la rivolta dei consiglieri ostili all’impianto. Nel corso del suo tour romano, il leader del Movimento Beppe Grillo si era infatti dichiarato favorevole  al nuovo impianto,ma non a Tor di Valle.La dichiarazione aveva scatenato i malumori dei giallorossi, James Pallotta:”Sarebbe una catastrofe”, e del presidente del Coni. Malagò cveva definito poco serio farlo altrove. Il fronte del no aveva già incassato l’ultimo parere dell’avvocatura capitolina, che avrebbe permesso al Movimento di annullare la delibera Marino, senza che la Roma potesse rivalersi contro il comune per l’annullamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...