PALERMO.SPACCIO DI DROGA IN CENTRO. IL GIUDICE E IL PUSHER

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA IN CENTRO PALERMO HA PORTATO AL FERMO DI UNO SPACCIATORE E DEL CLIENTE,CHE TRA LO STUPORE E LO SCONCERTO HANNO SCOPERTO TRATTARSI DI UN GIUDICE IN SERVIZIO AD AGRIGENTO.

download-61

la polizia intervenuta durante l’incontro tra il pusher e il magistrato nel centro di Palermo. Il giudice senza scomporsi ha mostrato il tesserino agli agenti

Il giudice, di 35 anni, in servizio al tribunale penale di Agrigento sarebbe stato in contatto con lo spacciatore e lo avrebbe chiamato al telefono per acquistare cocaina. La Narcotici durante l’operazione di contrasto allo spaccio di droga hanno intercettato la telefonata,ma non immaginano che all’altro capo del telefono ci sia un giudice. Il pusher è da ore sotto intercettazione e gli agenti stanno seguendo tutti i suoi movimenti.La squadra è nella sala ascolto della squadra mobile ed un’altra si è infiltrata fra i ragazzi della movida,osserva ogni passo di Antonino Di Betta,sfuggente,più prudente che mai, gli investigatori sono in attesa di sorprenderlo con un cliente.

La mezzanotte è passata da qualche minuto,il giudice contatta almeno tre volte lo spacciatore per accordarsi sul luogo dello scambio. Intercettato ripete:Compare dove sei?, Sono in via Mazzini,risponde Di Betta.I due si incontrano davanti al Chatulle pub, locale tra i più gettonati delle notti palermitane: lo spacciatore e il giudice  dopo un saluto scambiano qualche parola. I poliziotti  della Narcotici appostati piombano sulla coppia,perquisiscono il Di Betta che ha 25 dosi di cocaina in tasca,prevedeva per il fine settimana di fare grandi affari,ma non è andata come prevedeva e si è ritrovato in manette. L’uomo accanto a pusher  non ha droga con se.

Appare particolarmente nervoso,per gli agenti in servizio antidroga è un fatto normale che un fermato mentre acquista della droga si innervosisca,ma l’uomo mette la mano nella giacca e tira fuori un tesserino: Sono un giudice. I poliziotti  della Mobile di Palermo non si scompongono, la procedura in questi casi è sempre la stessa, si applica la legge. La lista dei clienti eccellenti,della Palermo bene, del pusher si è arricchita di un nuovo cliente,il giudice,accanto a 15 avvocati,un assistente di volo,due noti ristoratori del centro città, il dentista e l’assicuratore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...