FRANCOFORTE. LA FAKE NEWS DELLE AGGRESSIONI SESSUALI DI CAPODANNO. LA BILD CHIEDE SCUSA AI LETTORI

L’isteria collettiva con cui la notizia di stupri di massa di donne tedesche ad opera di richiedenti asilo nord africani venne accolta in tutto il mondo era un falso clamoroso. La notte di capodanno a Francoforte nel 2016 fu segnata da un orda di nord africani,ubriachi, affamati di sesso,lo stupro collettivo di centinaia di donne tedesche fece inorridire il mondo: non è mai successo.

La Bild, il primo quotidiano  tedesco per numero di lettori, che pubblicò la notizia,in esclusiva, poco dopo gli atti di violenza sessuale da parte di un gruppo di immigrati, ha ammesso che le violenze, fatte anche in quel caso da richiedenti asilo a danno di donne tedesche, a Francoforte non hanno mai avuto luogo. Episodi simili a quello di Colonia si verificarono in altre città tedesche. A Francoforte, chiuse le indagini sui fatti emerge che gli episodi contestati non sono mai avvenuti.

Le denunce presentate alla polizia fecero scattare le indagini condotte dalla polizia tedesca che non ha trovato riscontri oggettivi. Le accuse sono prive di fondamento si legge in una dichiarazione della polizia di Francoforte pubblicate martedì 14 febbraio, ed è il risultato di una indagine approfondita e completa. Fonti di stampa parlarono di almeno 1.200 aggressioni in diverse città tedesche.

Il tabloid tedesco sostenne,con fiumi di inchiostro, che un gruppo di richiedenti asilo nordafricani ubriachi avrebbe tentato di violentare delle ragazze tedesche a Francoforte durante i festeggiamenti di fine anno. La notizia ripresa dai quotidiani di tutto il mondo, sull’onda emotiva dei fatti di Colonia e  Parigi,un mese e mezzo prima, dove persero la vita 137 persone in attentati terroristici di matrice islamica al Bataclan e Stade de France.

La ricostruzione del quotidiano tedesco dei fatti: a Francoforte durante la notte di Capodanno 50 richiedenti asilo si sarebbero ammassati sulle strade dello shopping cittadino entrando poi in massa in un bar per assalire un gruppo di donne. Bild in un’intervista alla titolare del bar raccontava l’episodio. Ma la polizia ha accertato che dagli interrogatori di testimoni e clienti abituali, è emerso che la donna ad aver rilasciato l’intervista non era nemmeno in città.

La redazione di Bild si scusa per la notizia sbagliata e inesatta, ma soprattutto si scusa con gli interessati  per le accuse rivolte loro. La segnalazione non corrispondono alle norme giornalistiche di Bild,che ha porto le scuse del quotidiano tedesco ai propri lettori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...