TORINO. STUDENTE IMPRENDITORE MULTA DI 5.000 EURO PER ESERCIZIO ABUSIVO DI ATTIVITA’ COMMERCIALE.

download-85

L’esercizio abusivo di attività commerciali sono illegali esattamente come l’evasione fiscale e contributiva;facendo i conti nelle tasche dello studente del Pininfarina di Moncalieri, sospeso per la vendita di merendine a scuola si scopre che in due anni commercio nei corridoi dell’istituto ha guadagnato 4800 euro. Gli applausi dovrebbero essere scontati nei confronti del neo imprenditore,ma non per i vigili urbani di Moncalieri che gli contestano di aver avviato un attività commerciale illecita. Lo studente dovrà pagare una multa  non sicuramente commisurata al guadagno, ma quanto stabilito per legge, 5 mila 176 euro,400 euro in più di quanto ha incassato dalla vendita di prodotti in offerta.I prodotti venivano rivenduti ai compagni,con un ricarico di 10-20 cent, stufi di pagare il doppio ai distributori automatici del Pininfarina.

La multa non è che l’ultima,in ordine di tempo,delle punizioni che lo studente ha dovuto subire dopo la sospensione di 15 giorni ed un 6 in condotta.
Le chiacchiere sul caso,il fenomeno mediatico che ha scatenato sembrava essere terminato ed invece il giorno che il preside,o qualche collaboratore, lo ha bloccato, il 17 novembre, erano intervenuti anche gli agenti della municipale. I due zainetti furono perquisiti e il contenuto controllato e contato,al termine se ne erano andati. La Fondazione Einaudi,per lo spirito imprenditoriale lo aveva premiato con 500 euro ed un invito a non arrendersi e continuare ad investire sulle sue idee. Il primo pensiero di un imprenditore di successo deve essere: dare risposte concrete ai bisogni degli altri. Esattamente ciò che lui ha fatto.

Storia di talenti del secolo scorso,ma poi tutto è precipitato. Lo studente verrà seguito nel suo percorso legale da uno studio legale.l’avvocato Tinti: “Questo giovane  è figlio di una famiglia modesta. Ma non si è mai abbattuto e ha cercato un modo di aiutare la sua famiglia. Ha trovato un’opportunità che non dava fastidio a nessuno. E l’ha sfruttata. Mi torna in mente la frase di chi diceva che, nel nostro Paese anche uno come Bill Gates sarebbe ancora nel suo garage”.

La vicenda dello studente mette in evidenza lo strabismo delle istituzioni che da un lato viene punito dall’altro  premiato dalla stessa scuola.La scuola gli permetterà di seguire, con altri allievi, un percorso formativo sull’imprenditorialità organizzato all’Unione Industriale in collaborazione con l’incubatore del Politecnico I3P. Uno stage lavorativo in un’azienda di Settimo che si occupa di comunicazione visiva e  un appuntamento domenicale, da definire: premiato e castigato in un paese dove lo strabismo regna sovrano e impedisce di capire quale sia la strada migliore da percorrere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...