ROMA. RAFFAELE MARRA HA DECISO DI VUOTARE IL SACCO;TREMA IL CONDOMINIO DEL CAMPIDOGLIO

ROMA – DOPO ESSERE STATO SCARICATO PER LA SECONDA VOLTA DALLA SINDACA DI ROMA,VIRGINIA RAGGI E IL RISCHIO CONCRETO DI VEDERSI ALLUNGARE LA PENA DETENTIVA DI QUALCHE ANNO IN PIU’ RAFFAELE MARRA ,PARE,ABBIA DECISO DI VUOTARE IL SACCO;IL CONDOMINO ROMANO DEL CAMPIDOGLIO DISASTRATO ORA SCRICCHIOLA PAUROSAMENTE.

Raffaele Marra ha deciso,vuoterà il sacco,parlerà,la sindaca Raggi nel suo interrogatorio,di otto ore,ha scaricato nuovamente Marra rompendo quell’esile filo che consigliava il silenzio. Lo sprezzo gelido e calcolato con cui si era liberata politicamente di Marra il giorno del suo arresto lo ha usato per accusarlo di un reato che lo porterà ad essere condannato a qualche anno di galera in più della semplice corruzione. La sindaca ha sostenuto di essere stata tradita nella fiducia e indotta al falso; Marra da solo ha abusato del potere di orientare la nomina del fratello, Renato Marra:nomina e aumento patrimoniale sarebbero stati tenuti segreti alla sindaca.Il reato che si va configurando oltre a quello di corruzione è l’abuso d’ufficio.

Il 16 dicembre,Marra è entrato a Regina Coeli con l’accusa di corruzione per i suoi traffici immobiliari con il costruttore Scarpellini,da allora per Marra vigeva la regola della bocca cucita,ma l’interrogatorio di questa settimana sarà il banco di prova perchè  il Procuratore aggiunto Paolo Ielo tornerà ad interrogarlo per contestargli l’abuso di ufficio,reato di cui è indagato in concorso con la Raggi,la sindaca nel suo interrogatorio lo indica come unico responsabile.

Raffaele Marra si dice sia preparato a questo evento e addirittura finalmente sollevato, euforico.Non avendo più nulla da perdere e scaricato dalla sindaca può parlare di tutto,dei rapporti con la sindaca e con i 4 amici al bar,ma sopratutto finalmente rendere pubbliche le chat che i 4 si scambiavano.Raffaele Marra è tornato in possesso delsuo telefonino in cui sono custodite i messaggi che i 4 si scambiavano,lui, la Raggi, Salvatore Romeo e Frongia. Le erano rimaste nella memoria del telefono cellulare sequestrato al momento dell’arresto e solo settimane parzialmente fatte filtrare nelle cronache di questo affare.Le chat tornate nella disponibilità della difesa vanno esaminate, lette e considerate nel loro insieme dichiara l’avvocato Scacchi. Le chat forniranno le risposte e chiariranno il ruolo di  Marra nelle nomine e la consapevolezza della Sindaca,che incredibilmente non avrebbe saputo nulla . Già. La frequenza,il numero e i contenuti delle comunicazioni tra Raggi e Romeo nei giorni e nelle settimane del cosiddetto “interpello”,pare possano dimostrare documenti alla mano che non la Raggi fosse tenuta al corrente delle mosse di Raffaele sul conto del fratello Renato,mosse tempestivamente comunicate e condivise dagli altri 4 amici al bar.

Marra,pare,possa documentare e indicare le riunioni e gli incontri a cui partecipò per la definizione di quelle nomine,indicando il ruolo della Raggi e degli spettatori. Marra potrebbe svelare i motivi per cui Romeo lo introdusse alla Raggi,nella primavera del 2016, l’aggiornato manuale Cencelli e le liste di proscrizione che i Cinque Stelle stilarono dopo aver conquistato il Campidoglio. Interessante, se davvero Marra deciderà di svelarlo,potrebbe essere il contenuto del colloquio che ebbe con Luigi Di Maio,quando meditava le dimissioni,indicatogli come garante in grado di rassicurarlo sulla necessità politica della sua permanenza.

L’argomento utilizzato dalla Raggi nel suo interrogatorio contro l’accusa di abuso di ufficio potrebbe uscirne incenerito. La sindaca era evidentemente consapevole che la nomina di Renato Marra avrebbe comportato un aumento della retribuzione con un vantaggio patrimoniale,vantaggio dimostrato dalla delibera che gli uffici comunali predisposero per la sua firma e che indicava la nuova fascia retributiva. I fatti evidenziano che, a meno di non voler considerare la Raggi incapace di intendere e volere,la storia ritorna al punto di partenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...