Mese: gennaio 2017

ROMA.RAGGI,MARRA,ROMEO E RAINERI AFFARI DI FAMIGLIA

Gli atti i documenti e le  intercettazioni sono passati da piazzale Clodio a viale Mazzini. L’agenda della sindaca Virginia Raggi si arricchisce di nuovi appuntamenti oltre quello di lunedì in procura;la prima cittadina indagata per falso e abuso d’ufficio dovrà chiarire la sua posizione davanti al procuratore aggiunto Paolo Ielo e al sostituto Francesco Dall’Olio,ma anche la procura della Corte dei conti indaga sugli affari di famiglia Marra.

La nomina del fratello maggiore è sotto esame e ora i pm contabili dovranno stabilire se potrebbe aver causato anche un danno alle casse dell’erario capitolino. Lo scatto di carriera e la gratifica che Renato Marra ha guadagnato con l’ultima rotazione dei dirigenti comunali voluta dall’ex capo del Personale Raffaele Marra. Il Campidoglio si sta muovendo per eliminare l’aumento di stipendio da 20mila euro che il comandante del XV gruppo Cassia ha ottenuto grazie per l’intervento di Raffaele. Le prova sono contenute in una nuova intercettazione dell’intervento di Raffaele per garantire l’aumento di carriera di Renato.

La chat che i due fratelli si scambiano,con saluti e pareri interessati,dopo aver inviato il curriculum per partecipare alla procedura d’interpello per ottenere la guida della direzione Turismo.I fratelli Marra scrivono su WhatsApp dopo aver  inviato  il curriculum:Va bene, cosa ne pensi? ” e una consulenza tra fratelli,ma trova una ulteriore conferma del ruolo determinante nella promozione del fratello. Gli atti nell’inchiesta per corruzione in cui Raffaele dà indicazioni al fratello sulle persone da contattare ,tra i quali c’è anche il presidente del consiglio comunale Marcello De Vito, e su come muoversi per avere il posto desiderato :”Porta anche l’encomio che ti ha dato il commissario Tronca”.

Le intercettazioni,le trascrizioni di sms e messaggini sono a disposizione nei fascicoli della procura contabile,che sta lavorando su altre due nomine approvate dalla giunta Raggi. I pm Massimiliano Minerva e Rosa Francaviglia lavorano suIle nomine di Salvatore Romeo, il funzionario del dipartimento Partecipate promosso a capo della segreteria politica della prima cittadina. Il fedelissimo della sindaca, immortalato con Virginia Raggi sul tetto del Campidoglio, il cui  stipendio si era gonfiato da 40mila a 110 mila euro,poi ridotto.

I procuratori di viale Mazzini indagano  sull’incarico da capo di gabinetto affidato a Carla Raineri. . La Corte dei conti della Campania nel gennaio 2015 ha condannato il sindaco di Salerno,Vincenzo De Luca, e i componenti della sua giunta per la nomina del vicesegretario comunale. Il prescelto non aveva i titoli per ricoprire quel ruolo. Il danno? 605.864,27 euro da ripartire tra il primo cittadino,uno dei bersagli preferiti del M5S, e otto assessori. Chi ha approvato le tre nomine sotto inchiesta – Renato Marra, Salvatore Romeo e Carla Raineri – potrebbe essere chiamato ad aprire il portafogli per risarcire il danno..

WASHINGTON. DONALD TRUMP CREDE NELLA TORTURA.

NEL GIORNO DELLA MEMORIA,E DONALD TRUMP NON POTEVA SCEGLIERE GIORNO PEGGIORE,IL TRYCOON IN CONFERENZA STAMPA HA DICHIARATO CHE CREDE NELLA TORTURA COME STRUMENTO DI INTERROGATORIO.

La conferenza stampa alla Casa Bianca con Theresa May, Donald Trump ha dichiarato di credere  nel waterboarding,ma lascia che siano i militari a fare il lavoro sporco e lui seguirà le indicazioni dei suoi capi militari. Il segretario alla Difesa,James Mattis, non crede nella tortura e nel waterboarding,ma essere d’accordo è solo un optional ed ha aggiunto che darà il potere necessario al capo del pentagono come torturatore di stato: “Non sono necessariamente d’accordo, ma il capo del Pentagono prevarrà su di me, perché gli darò questo potere”.

Nel mondo gli interrogatori a base di torture si sono sprecate nei tempi;dai tribunali della Santa Inquisizione;alle torture inflitte dai nazifascisti contro i prigioneri;alle torture dei soldati statunitensi inflitte ai prigionieri iracheni e afgani a Guantanamo;a quelle dell’ISIS fino alle torture che i detenuti subiscono nelle nostre carceri,la famigerata cella zero un esempio per tutte.

A Donald Trump dedico la sequenza di foto scaricate da internet per soddisfare il suo gusto macabro di torturatore.

TORINO. ATTORI PER IL CASTING DI “NON UCCIDERE”

AAA.ATTORI CERCASI PER “NON UCCIDERE” SERIE TELEVISIVA DELLA RAI CON MIRIAM LEONE.

Tornano i casting Rai  per la fiction tv “Non uccidere”. Dopo il successo della prima serie, la fiction tornerà su Rai 3 nel 2017 con dodici nuove puntate, con Miriam Leone nei panni dell’ispettrice Valeria Ferro.

Per la seconda stagione, la produzione Fremantle Media cerca:

– ragazzi e ragazze di 16 anni, con esperienze pregresse nel campo della recitazione, per ruoli da protagonista;
– bambina di 13 anni con capelli castano scuri e occhi azzurri;
– bambino di 10 anni con capelli e occhi castano scuri;
– bambine di 7 anni;
– attori (uomini e donne) professionisti ed amatoriali di tutte le età.

Si invitano i candidati maggiorenni ad inviare foto e curriculum via mail a nonuccidere2casting@gmail.com.

Per il casting bambini (minorenni) bisogna inviare:
– nome e cognome del minore e dei genitori o chi ne fa le veci;
– età del minore;
– 2/3 foto ben visibili;
– esperienze pregresse del minore;
– recapiti telefonici.

I candidati selezionati verranno richiamati direttamente dalla produzione.

Il lavoro sarà retribuito. Le riprese avverranno tra novembre 2016 e giugno 2017, l’impegno richiesto potrà andare da un minimo di una giornata a varie giornate.
Poiché non è previsto il rimborso spese viaggio, la ricerca è rivolta preferibilmente ai residenti in Piemonte.

ALESSANDRIA.CONCLUSA,”BENE” LA VERTENZA PER I LAVORATORI DELLA CEMENTIR.

ARQUATA SCRIVIA –RAGGIUNTO L’ACCORDO CON CEMENTIR E COCIV PER LA RICOLLOCAZIONE DEI 23 LAVORATORI IN ESUBERO.

i sindacati di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil  sono soddisfatti per l’accordo raggiunto nella vertenza con la Cementir di Arquata Scrivia:i 23 dipendenti non perderanno il loro posto di lavoro,verranno assorbiti dalla Betontir e dalla Cociv, o in alternativa da una azienda controllata dal General Contractor del Terzo Valico, salvaguardando il diritti acquisiti negli anni dai lavoratori.

Massimo Cogliandro,Fillea CGIL a radio gold ha racontato:“Siamo stati accolti dai lavoratori come degli eroi”; “Eravamo continuamente interrotti dagli applausi durante l’assemblea con i lavoratori. Facevamo fatica a parlare. Una bella giornata, ho fatto fatica a contenere l’emozione. Sono felice per i dipendenti, persone meravigliose. Vivendo giorno e notte con loro mi sento cresciuto anche come uomo. Sono felice per la comunità di Arquata Scrivia, vicinissima ai lavoratori, hanno dato vita a una straordinaria gara di solidarietà. Credo che quello che è accaduto in città è stato incredibile, è successo qualcosa di bellissimo a livello sindacale. Sono contento che tutta questa storia abbia avuto un lieto fine. Cociv si è comportato benissimo, anche grazie a lui siamo riusciti a giungere a una soluzione. Cementir, invece, non si è mossa di un millimetro.”

Pierluigi Lupo,Filca Cisl:“Siamo soddisfatti, finalmente abbiamo avuto delle date certe” ;“E abbiamo potuto stabilire un percorso dove verificheremo che tutto quanto concordato sia applicato. Cociv si è dimostrata azienda responsabile, il suo apporto è stato decisivo, il contrario di quello che ha fatto Cementir.”

Tiziana Del Bello,Feneal Uil:“In questi nove giorni abbiamo visto una grande solidarietà tra lavoratori, tutti compatti, anche quelli che sapevano di non rischiare il licenziamento”;“Ora le 23 famiglie coinvolte possono tirare un sospiro di sollievo. Arquata Scrivia si è dimostrata una città solidale, ha dato ai lavoratori la forza di andare avanti. Porterò sempre nel cuore questi lavoratori, sono stati un esempio.”

ALESSANDRIA.CASALE MONF.TO: LA DROGA ME LA PAGO CON I SOLDI DEI MIEI NONNI.

Ha pensato bene di farsi pagare la droga dai nonni,una ragazza 22enne di Casale Monferrato;così con tre complici ha escogitato il modo più veloce per procurarsi i soldi per la droga:rubando in casa dei nonni.

download-61

La giovane con l’invio di messaggini dava le dritte ai complici all’opera per operare il furto nell’appartamento occupato dagli anziani;il bottino circa 3/4.000 euro in oro prontamente piazzati da un complice.

Il profilo della ragazza non era sconosciuto agli agenti della polizia di Casale,che la sottoponevano ad un lungo interrogatorio ricevendone,però solo un atteggiamento stizzito,mal sopportato per le accuse secondo lei offensive nei suoi riguardi.

L’individuazione di uno dei complici e il sequestro del telefonino hanno risolto l’indagine;i messaggini con le dritte per il furto erano ancora presenti sul telefonino ed hanno fato scattare la denuncia dei due,le indagini sono ancora in corso per identificare gli altri complici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: