Mese: gennaio 2017

WASHINGTON. PRESIDENTE OBAMA

It’s a long-standing tradition for the sitting president of the United States to leave a parting letter in the Oval Office for the American elected to take his or her place. It’s a letter meant to share what we know, what we’ve learned, and what small wisdom may help our successor bear the great responsibility that comes with the highest office in our land, and the leadership of the free world.

But before I leave my note for our 45th president, I wanted to say one final thank you for the honor of serving as your 44th. Because all that I’ve learned in my time in office, I’ve learned from you. You made me a better President, and you made me a better man.

Throughout these eight years, you have been the source of goodness, resilience, and hope from which I’ve pulled strength. I’ve seen neighbors and communities take care of each other during the worst economic crisis of our lifetimes. I have mourned with grieving families searching for answers – and found grace in a Charleston church.

I’ve taken heart from the hope of young graduates and our newest military officers. I’ve seen our scientists help a paralyzed man regain his sense of touch, and wounded warriors once given up for dead walk again. I’ve seen Americans whose lives have been saved because they finally have access to medical care, and families whose lives have been changed because their marriages are recognized as equal to our own. I’ve seen the youngest of children remind us through their actions and through their generosity of our obligations to care for refugees, or work for peace, and, above all, to look out for each other.

I’ve seen you, the American people, in all your decency, determination, good humor, and kindness. And in your daily acts of citizenship, I’ve seen our future unfolding.

All of us, regardless of party, should throw ourselves into that work – the joyous work of citizenship. Not just when there’s an election, not just when our own narrow interest is at stake, but over the full span of a lifetime.

I’ll be right there with you every step of the way.

And when the arc of progress seems slow, remember: America is not the project of any one person. The single most powerful word in our democracy is the word ‘We.’ ‘We the People.’ ‘We shall overcome.’

Yes, we can.

PESCARA.VALANGA SULL’HOTEL RIGOPIANO DI FARINDOLA;SI TEME UNA STRAGE,ALMENO 20 DISPERSI.

Da una  notizia dell’ultima ora non ancora confermata sembra che una  valanga abbia investito l’hotel Rigopiano di Farindola, alle falde del Gran Sasso pescarese. L’allarme lanciato da due clienti,ma non si sa se nella struttura ci siano altre persone. I mezzi del 118 e altri mezzi di soccorso sono partiti dal Coc di Penne; allertata la sala operativa della Prefettura di Pescara per monitorare la situazione e le informazioni secondo cui sarebbero una ventina i clienti registrati all’hotel Rigopiano oltre ai dipendenti della struttura. I telefoni sono muti,e risultano irraggiungibili i cellulari.

Purtroppo e’ accaduta una terribile tragedia sembrerebbe ci siano delle vittime, ma e’ tutto da confermare”. Il presidente della provincia di Pescara Antonio Di Marco scrive su facebook della notizia,riferendosi alla slavina si e’ abbattuta sull’Hotel Rigopiano:”purtroppo è accaduta una terribile tragedia sembrerebbe che ci siano vittime,ma è tutto da confermare” In queste ore Rigopiano e’  sotto una bufera di neve. Una turbina si sta recando sul posto, per liberare la strada di accesso alla zona dell’albergo, dietro la quale c’e’ la colonna mobile dei soccorsi. In albergo c’erano 20 ospiti”. Si teme per le vite degli ospiti dell’hotel e per quella dei dipendenti..

 

L’AQUILA.TERREMOTO E NEVE SCONVOLGONO LA GIA’FRAGILE VITA IN CENTRO ITALIA.

LA SCOSSE DI TERREMOTO SONO ARRIVATE A 270 E OLTRE 2 METRI DI NEVE SONO GIA’ CADUTE IN CENTRO ITALIA. 1 MORTO E TANTA DISPERAZIONE.

Gli abbruzzesi,i marchigiani e piu in generale le popolazioni del centro Italia già gravemente colpite dai terremoti di Agosto e Ottobre ora devono far fronte alla duplice emergenza,terremoto e neve. Lo strazio provocato dal terremoto di questa mattina e al neve caduta abbondante negli ultimi giorni creano ulteriori difficoltà alle popolazioni,intanto l’esercito arriva nelle zone colpite con ruspe,spalatori e mezzi antineve.la gente per strada, sommersi da metri di neve che non possono nemmeno a scappare. Le automobili bloccate dalla  neve. Le scosse continue e la gente disperata per strada .Qualcuno cerca  inutilmente di contattare un familiare o la propria madre che ha trovato ricovero nella struttura di Montereale. Le testimonianze sono drammatiche, tra le lacrime,di chi vive nelle zone epicentro del sisma di oggi.

Il dramma del terremoto che ha di nuovo fatto tremare il Centro Italia,tre forti scosse avvertite chiaramente in Abruzzo, Lazio e Marche, in  aggiunta al problema creato dal maltempo. Moltissime persone alle prese con gli scarsi mezzi a disposizione cercano di farsi largo nella neve a mani nude per poter scappare. Crolli evidenti, compreso quello del campanile di Sant’Agostino,che aveva resistito al terremoto del 24 agosto.

Al telefono la drammatica ricostruzione dei fatti e la condizione precaria nella sua casa di Capitignano,L’Aquila, il funzionario della Regione Abruzzo Pio Fulvi. L’uomo è in casa con la moglie e la figlia:” abbiamo paura”.

Bottiglie e suppellettili caduti in terra,la macchina ballare,un incubo che non finiva mai e poi chissà quando verranno a liberarci,il mezzo del comune è fuori uso,il sindaco ha chiesto l’intervento di Anas ed esercito. Le notizie di gravi lesioni al santuario madonna degli angeli,un capannone industriale crollato e il tetto di una stalla crollato sul bestiame per le scosse e per la neve abbondante.

Alla Croce Rossa spiegano che vengono rilevate criticità in alcune frazioni di Amatrice: a Collecreta ,7 i nuclei familiari bloccati a causa delle copiose nevicate e delle scosse. Stessa situazione nelle zone di Bagnolo e San Martino,con un metro e mezzo di neve. A Cossara 15 persone isolate.Il monitoraggio è continuo per le aree di Capitegnano e Montereale.

Un treno regionale bloccato lungo la linea ferroviaria Civitanova-Albacina, direzione Fabriano-Macerata,i viaggiatori sono stati soccorsi da pullman sostitutivi. 15 allevatori al momento delle scosse risultavano dispersi nella zona di Arquata del Tronto. Dodici sono stati ritrovati e messi al sicuro,mentre ne mancano ancora tre all’appello, non rispondono neppure al cellulare. Le ricerche continuano,ma sono rese difficili dai 2 metri di neve,con pericolo di slavine e che ostruisce le strade.

ROMA. FAKE NEWS E 5 STELLE,INTERVISTA ESCLUSIVA AL SOLITO SENATORE ANTONIO LA TRIPPA.

images-58

GIRA GIRA IL MONDO CASCA LA TERRA E TUTTI GIU’ PER TERRA;IL SENATORE ANTONIO LA TRIPPA HA RISPOSTO AD UNA NOSTRA INTERVISTA SUL DELICATO TEMA DELLE FAKE NEWS E DELLA DECISIONE DEL M5S DI QUERELARE CHIUNQUE DIFFONDA FAKE NEWS SUL CONTRATTO RAGGI-CASALEGGIO,MA ESISTE O NON ESISTE QUESTO E’ IL DILEMMA.

DOMANDA-Sen. che cosa pensa della decisione del tribunale di Roma sulla vicenda Raggi-Casaleggio?

RISPOSTA- Personalmente penso che “amico mio fatti li cazzi tua e campi cent’anni”.

D.-Sen. Casaleggio dice che non esiste alcun contratto con Virginia Raggi?

R.-Contratto,contratti……..;quelli si facevano all’epoca dei killer,assoldavi un killer,busta con foto e denaro e il contratto era fatto.

D.-Sen. Sul blog di Grillo hanno scritto che quereleranno tutti i quelli che diffonderanno fake news sull’affare Raggi-Casaleggio?

R.-Hanno parlato di querela o di autoquerela? I 5 star hanno sempre detto tutto e il contrario di tutto:prima il contatto c’era,poi è scomparso,ma adesso è ricomparso e vogliono estenderlo anche ai parlamentari,oggi ti querelo così stai zitto,domani facciamo la pace così stai zitto due volte.

D.- I 5 stelle hanno detto che se andranno al governo modificheranno la costituzione e l’art.67 della costituzione.

R.-Costituzione,ma la Costituzione non l’abbiamo modificata il 4 dicembre 2016.Una camera sola,eliminazione del Senato,riduzione del numero dei parlamentari e abolizione dell’art.67????

D.-Sen. Il referendum l’ha vinto il NO ed è rimasto tutto uguale.

R.-Ah,ha vinto il NO,non me ne ero accorto,ma allora resto Senatore tutta la vita,che bello e pensare di dover già fare le valigie per tornare a casa.I 5 stelle vogliono rifare la riforma Costituzionale? Che bello così potrò assistere di nuovo alla lotta tra donne nel fango.

D.-Sen. un ultima domanda: che cosa ne pensa dell’accordo che i 5 stelle colevano fare con l’ALDE?

R.-Interessante sa,la domanda è interessante,molto interessante.Allora le la risposta.Ho letto in qualche post di una mia ex amica virtuale,che adesso non è più mia amica virtuale che: “le caratteristiche del  M5S sono virtualmente coincidenti a quelle del GUI,il gruppo che unisce comunisti,socialisti e verdi nord europei,ma l’allenza l’ha fatta con l’UKIP nel gruppo degli euro-scettici,EFDD; poi preso dal rimorso ha pensato di allearsi con l’ALDE,ma dopo il divorzio dall’EFDD per sposare l’ALDE si è pentito ed è ritornato al primo amore L’EFDD”.Insomma con tutte le capriole e le giravolte gli sarà venuto anche un po di mal di testa,o no?

D.-Bene l’intervista finisce qui,un caro saluto al Sen. Antonio La Trippa unico Senatore che non è mai stato eletto da nessuno.

R.- Ricordati amico mio che anche le biciclette hanno i Raggi e quando i Raggi si incontrano con i Grillo allora c’è sempre di mezzo un Casaleggio. Buona legislatura a tutti tanto io di qui non mi schiodo.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: