Mese: gennaio 2017

L’AQUILA.TERREMOTO E NEVE SCONVOLGONO LA GIA’FRAGILE VITA IN CENTRO ITALIA.

LA SCOSSE DI TERREMOTO SONO ARRIVATE A 270 E OLTRE 2 METRI DI NEVE SONO GIA’ CADUTE IN CENTRO ITALIA. 1 MORTO E TANTA DISPERAZIONE.

Gli abbruzzesi,i marchigiani e piu in generale le popolazioni del centro Italia già gravemente colpite dai terremoti di Agosto e Ottobre ora devono far fronte alla duplice emergenza,terremoto e neve. Lo strazio provocato dal terremoto di questa mattina e al neve caduta abbondante negli ultimi giorni creano ulteriori difficoltà alle popolazioni,intanto l’esercito arriva nelle zone colpite con ruspe,spalatori e mezzi antineve.la gente per strada, sommersi da metri di neve che non possono nemmeno a scappare. Le automobili bloccate dalla  neve. Le scosse continue e la gente disperata per strada .Qualcuno cerca  inutilmente di contattare un familiare o la propria madre che ha trovato ricovero nella struttura di Montereale. Le testimonianze sono drammatiche, tra le lacrime,di chi vive nelle zone epicentro del sisma di oggi.

Il dramma del terremoto che ha di nuovo fatto tremare il Centro Italia,tre forti scosse avvertite chiaramente in Abruzzo, Lazio e Marche, in  aggiunta al problema creato dal maltempo. Moltissime persone alle prese con gli scarsi mezzi a disposizione cercano di farsi largo nella neve a mani nude per poter scappare. Crolli evidenti, compreso quello del campanile di Sant’Agostino,che aveva resistito al terremoto del 24 agosto.

Al telefono la drammatica ricostruzione dei fatti e la condizione precaria nella sua casa di Capitignano,L’Aquila, il funzionario della Regione Abruzzo Pio Fulvi. L’uomo è in casa con la moglie e la figlia:” abbiamo paura”.

Bottiglie e suppellettili caduti in terra,la macchina ballare,un incubo che non finiva mai e poi chissà quando verranno a liberarci,il mezzo del comune è fuori uso,il sindaco ha chiesto l’intervento di Anas ed esercito. Le notizie di gravi lesioni al santuario madonna degli angeli,un capannone industriale crollato e il tetto di una stalla crollato sul bestiame per le scosse e per la neve abbondante.

Alla Croce Rossa spiegano che vengono rilevate criticità in alcune frazioni di Amatrice: a Collecreta ,7 i nuclei familiari bloccati a causa delle copiose nevicate e delle scosse. Stessa situazione nelle zone di Bagnolo e San Martino,con un metro e mezzo di neve. A Cossara 15 persone isolate.Il monitoraggio è continuo per le aree di Capitegnano e Montereale.

Un treno regionale bloccato lungo la linea ferroviaria Civitanova-Albacina, direzione Fabriano-Macerata,i viaggiatori sono stati soccorsi da pullman sostitutivi. 15 allevatori al momento delle scosse risultavano dispersi nella zona di Arquata del Tronto. Dodici sono stati ritrovati e messi al sicuro,mentre ne mancano ancora tre all’appello, non rispondono neppure al cellulare. Le ricerche continuano,ma sono rese difficili dai 2 metri di neve,con pericolo di slavine e che ostruisce le strade.

ROMA. FAKE NEWS E 5 STELLE,INTERVISTA ESCLUSIVA AL SOLITO SENATORE ANTONIO LA TRIPPA.

images-58

GIRA GIRA IL MONDO CASCA LA TERRA E TUTTI GIU’ PER TERRA;IL SENATORE ANTONIO LA TRIPPA HA RISPOSTO AD UNA NOSTRA INTERVISTA SUL DELICATO TEMA DELLE FAKE NEWS E DELLA DECISIONE DEL M5S DI QUERELARE CHIUNQUE DIFFONDA FAKE NEWS SUL CONTRATTO RAGGI-CASALEGGIO,MA ESISTE O NON ESISTE QUESTO E’ IL DILEMMA.

DOMANDA-Sen. che cosa pensa della decisione del tribunale di Roma sulla vicenda Raggi-Casaleggio?

RISPOSTA- Personalmente penso che “amico mio fatti li cazzi tua e campi cent’anni”.

D.-Sen. Casaleggio dice che non esiste alcun contratto con Virginia Raggi?

R.-Contratto,contratti……..;quelli si facevano all’epoca dei killer,assoldavi un killer,busta con foto e denaro e il contratto era fatto.

D.-Sen. Sul blog di Grillo hanno scritto che quereleranno tutti i quelli che diffonderanno fake news sull’affare Raggi-Casaleggio?

R.-Hanno parlato di querela o di autoquerela? I 5 star hanno sempre detto tutto e il contrario di tutto:prima il contatto c’era,poi è scomparso,ma adesso è ricomparso e vogliono estenderlo anche ai parlamentari,oggi ti querelo così stai zitto,domani facciamo la pace così stai zitto due volte.

D.- I 5 stelle hanno detto che se andranno al governo modificheranno la costituzione e l’art.67 della costituzione.

R.-Costituzione,ma la Costituzione non l’abbiamo modificata il 4 dicembre 2016.Una camera sola,eliminazione del Senato,riduzione del numero dei parlamentari e abolizione dell’art.67????

D.-Sen. Il referendum l’ha vinto il NO ed è rimasto tutto uguale.

R.-Ah,ha vinto il NO,non me ne ero accorto,ma allora resto Senatore tutta la vita,che bello e pensare di dover già fare le valigie per tornare a casa.I 5 stelle vogliono rifare la riforma Costituzionale? Che bello così potrò assistere di nuovo alla lotta tra donne nel fango.

D.-Sen. un ultima domanda: che cosa ne pensa dell’accordo che i 5 stelle colevano fare con l’ALDE?

R.-Interessante sa,la domanda è interessante,molto interessante.Allora le la risposta.Ho letto in qualche post di una mia ex amica virtuale,che adesso non è più mia amica virtuale che: “le caratteristiche del  M5S sono virtualmente coincidenti a quelle del GUI,il gruppo che unisce comunisti,socialisti e verdi nord europei,ma l’allenza l’ha fatta con l’UKIP nel gruppo degli euro-scettici,EFDD; poi preso dal rimorso ha pensato di allearsi con l’ALDE,ma dopo il divorzio dall’EFDD per sposare l’ALDE si è pentito ed è ritornato al primo amore L’EFDD”.Insomma con tutte le capriole e le giravolte gli sarà venuto anche un po di mal di testa,o no?

D.-Bene l’intervista finisce qui,un caro saluto al Sen. Antonio La Trippa unico Senatore che non è mai stato eletto da nessuno.

R.- Ricordati amico mio che anche le biciclette hanno i Raggi e quando i Raggi si incontrano con i Grillo allora c’è sempre di mezzo un Casaleggio. Buona legislatura a tutti tanto io di qui non mi schiodo.

 

 

ROMA. CASALEGGIO E ASSOCIATI AL CONTRATTACCO CONTRO LA LIBERTA’ DI STAMPA,LE FAKE NEWS SONO PROPRIETA’ ESCLUSIVE.

Pronti a querelare gli organi di stampa,gli esponenti politici e chiunque parli di contratto tra Virginia Raggi e la Casaleggio Associati. Chiunque abbia diffuso fake news che davano la società come parte contraente del codice etico del M5S con i candidati o gli eletti rischieranno di essere querelati per diffamazione.Il bavaglio alla stampa è arrivato con un annuncio sul blog di Beppe Grillo con un post firmato dal Movimento 5 stelle. Il post prosegue che la decisione di querelare chiunque osi parlare,scrivere o solo pensare,riflettere sul contratto controverso, arriva a seguito della campagna diffamatoria portata avanti in questi mesi precisando che la società si riserva di procedere, a tutela della propria immagine, decoro e reputazione lesi dalla suddetta diffamazione, nelle sedi opportune.

L’annuncio dopo il rigetto da parte del tribunale di Roma dell’istanza presentata dall’avvocato Venerando Monello, in cui si chiedeva la dichiarazione di ineleggibilità di Virginia Raggi e la nullità del contratto sottoscritto dalla stessa con il Movimento 5 Stelle.

Prosegue il post che la sentenza produce tre principi:

Il primo è che il Codice di comportamento del M5S e gli impegni in esso contenuti non sono cause che comportano la ineleggibilità dell’eletto o la decadenza della carica ricoperta”.

Il secondo è  che non condiziona in alcun modo la libertà di manifestazione del voto da parte degli elettori e non produce conflitti di interessi”.

Gli unici soggetti che potrebbero tentare di impugnare la validità dell’impegno assunto sono gli stessi sottoscrittori.

I sottoscrittori rinnegherebbero se stessi davanti a tutti gli elettori e farebbero capire che la loro parola data ai cittadini vale zero

Davide Casaleggio aveva smentito l’esistenza di un contratto tra la Raggi e la sua società, definendo la notizia una fake news.

Il post prosegue affermando che per M5S il codice di comportamento persegue solo ed esclusivamente finalità lecite ed in favore dei cittadini;chiunque pensi che questo impegno sia solo carta straccia tradisce evidentemente la fiducia ricevuta dai cittadini e riduce il proprio onore a carta straccia.

Conclude con un attacco ai parlamentari del PD che farebbero bene a iniziare ad occuparsi dei problemi dei cittadini e delle imprese anziché pensare solo a come far fuori il Movimento 5 Stelle e a mantenere le proprie poltrone.

Che dire? Le giravolte dei pentastellati ci hanno abituato ad ogni sorta di alchimie e giochi di prestigio e questa è solo l’ultima e tenta di imporre il bavaglio alla libertà di stampa in virtù del rigetto del tribunale di Roma non sulla validità del contratto,se il contratto esiste,ma sulla richiesta di ineleggibilità di Virgina Raggi a sindaco di Roma.

TORINO.CHIUDE LA PASTICCERIA DEI REALI DI CASA SAVOIA.

PEYRANO DI TORINO LA PASTICCERIA CHE FORNIVA LE TESTE CORONATE DI CASA REALE CHIUDE E LICENZIA GLI ULTIMI DIPENDENTI.

La lettera di licenziamento per giusta causa,licenziamento economico oggettivo, è stata recapitata ai dipendenti della cioccolateria di casa Reale che chiude i battenti;2 dipendenti, un autista e un pasticcere con esperienza trentennale nella storica bottega licenziati  I lavoratori si sono rivolti alla Flai Cgil che ha impugnato il licenziamento. Il sindacato per conto dei lavoratori aveva sollecitato la Jacopey Srl il pagamento delle retribuzioni arretrate ai dipendenti. La pasticceria torinese ricca di storia, fornitrice di cioccolato ai reali di casa Savoia,negli ultimi anni ha vissuto un percorso piuttosto travagliato.La società nel 2002 viene ceduta  alla famiglia Maione di Napoli per fallire otto anni dopo ed i Peyrano riacquistano il marchio all’asta giudiziaria nel 2011,con i 23 dipendenti si apriva un progetto per rilanciare l’azienda,acquisire nuovi mercati e avviare una nuova politica distributiva,potenziamento della ricerca e nuovi accostamenti tra cioccolato,spezie e liquori.

Il progetto,in questi anni,nonostante i buoni propositi è rimasto lettera morta e non è mai partito: le cause da ricercare non solo nella crisi e l’andamento del mercato.La pasticceria dei reali d’Italia sono stati carenti di marketing e produzioni mirate che avrebbero potuto evitare la chiusura definitiva del laboratorio di corso Moncalieri,che attualmente occupa otto dipendenti  ed avrebbe potuto riassorbire i due dipendenti licenziati,anche se pare che l’azienda non intenda ricollocare i lavoratori licenziati nel laboratorio che occupa personale interinale e pensionati.

ROMA.MORTE STEFANO CUCCHI,TRE CARABINIERI RINVIATI A GIUDIZIO PER OMICIDIO PRETERINTENZIONALE.

SONO PASSATI OTTO ANNI DALLA MORTE DI STEFANO CUCCHI,ARRESTATO PER DROGA E MASSACRATO A PUGNI E CALCI NELLA CASERMA DEI CARABINIERI,OGGI LA PAROLA E’ PASSATA ALLA LEGGE CON IL CAMBIO DI IMPUTAZIONE PER TRE CARABINIERI:OMICIDIO PRETERINTENZIONALE.

La parola fine non è ancora stata scritta,ma per i tre Carabinieri ritenuti responsabili del pestaggio e l’uccisione di Stefano Cucchi si apre una fase nuova.Dovranno difendersi dall’accusa di omicidio preterintenzionale,rischiano in caso di condanna una pena fino a 20 anni di reclusione.

16003016_1603166649699541_6799616263257248974_n download-36