CRONACA

ROMA.LA SINDACA VIRGINIA RAGGI COINVOLTA NELL’INCHIESTA PER ABUSO D’UFFICIO.IL NUOVO CODICE DI GRILLO LA MANTIENE AL SUO POSTO,LE DIMISSIONI SONO DOVUTE SOLO PER GLI ALTRI.

LA BEFANA ANCHE PER VIRGINIA RAGGI STA ARRIVANDO, CON UN PO DI RITARDO,MA STA ARRIVANDO E CON ESSA L’INDAGINE PER ABUSO DI UFFICIO.BEPPE GRILLO HA FATTO APPENA IN TEMPO A STILARE IL NUOVO CODICE ETICO CHE ASSOLVE LA RAGGI E LA SALVA DALLE DIMISSIONI,CHE LA MAGISTRATURA BUSSA ALLA PORTA DELLA SINDACA.

La nomina di Renato Marra,fratello di Raffaele,è avvenuta per responsabilità di Virginia Raggi che se l’è assunta davanti all’ANAC. Renato è il fratello di Raffaele uno dei 23 mila dipendenti del comune di Roma, ma uno dei pochi con cui scambiava messaggi in chat su Whatsapp,suo braccio destro,vero promotore delle politiche romane e che sicuramente ha avuto un ruolo determinante nella pomazione del fratello Renato e direttore del Dipartimento del Turismo. Le chat su Telegram e Whatsapp la Procura le sta acquisendo nell’ambito dell’inchiesta per abuso d’ufficio,dalle chat si scopre che nemmeno sapeva che lo stipendio di Renato Marra sarebbe cresciuto,cosa di cui che si è lamentata con Raffaele.

Virginia Raggi scrive:”Raffaele, questa cosa dello stipendio mi mette in difficoltà,me lo dovevi dire”, rivolgendosi a Marra,a seguito delle indiscrezioni di stampa. La storia, se confermata,darebbe una svolta clamorosa alle indagini: Renato Marra ,questo la Raggi non poteva non saperlo, partendo dalla fascia 1, aveva inoltrato domanda per diventare Comandante dei Vigili ,fascia 5,accettando poi un ruolo di fascia 3, come scrive oggi Valeria Pacelli sul Fatto. L’avanzamento di fascia conferisce automaticamente un aumento di stipendio. Da il Messaggero: “Quindi come faceva la Raggi a cadere dalle nuvole”?,“Mera e pedissequa esecuzione delle determinazioni da me assunte”, scriveva la Raggi in un documento depositato presso l’Autorità anticorruzione, sul ruolo giocato da Marra sull’assunzione del fratello. Talmente una mera esecuzione delle sue determinazioni che lei nemmeno sapeva neppure dello stipendio di Marra. Le affermazioni della Raggi evidenziano che delle due una è falsa e l’altra è poco credibile.

Le indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo avevano fotografato l’influenza di Marra sulla sindaca, come racconta Giuseppe Scarpa su Repubblica. Il tramite era Salvatore Romeo, il dipendente del comune che era diventato caposegreteria della sindaca con stipendio triplicato: “ci siamo sbagliati, era agosto, faceva caldo” (un po’ come il droghiere che si sbaglia a darti il resto, ma guarda caso si sbaglia sempre a favore suo).Le chat tornano utili nell’inchiesta su Marra e Scarpellini,che ha portato in carcere l’ex vicecapo di gabinetto della sindaca. Marra avrebbe potuto nominare il fratello aumentandogli lo stipendio all’insaputa della Raggi? Se “si”,significa che il dirigente aveva un grande potere in Campidoglio. Il grande potere in virtù del quale Scarpellini era spinto a tenerselo buono in vista di qualche importante affare

Categorie:CRONACA