TORINO.L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON RINNOVA LA CONVENZIONE AL SISTEMA TEATRO

Il Sistema Teatro Torino va in soffitta. Il Comune di Torino ha tagliato la convenzione per l’attività nel 2017. Le risorse per le piccole e medie compagnie teatrali già a fine 2016: La sforbiciata oscilla tra il 20 e il 30 per cento dei budget già ridotti dalla precedente amministrazione.
images-42
Al Sistema teatro, il Tpe, la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, il Teatro Stabile, Assemblea Teatro e otto compagnie (Marcido Marcidorjs, Teatro di Dioniso, Unoteatro, Acti, Onda Teatro, Stalker Teatro, Tangram, Teatro della Caduta), era nato nel 2004. Il Teatro Stabile, da cui transitavano i fondi del Comune, le Fondazioni e le realtà più piccole del territorio avevano trovato il modo per collaborare insieme;virtuoso in un’ottica di promozione e sviluppo delle attività teatrali,in termini progettuali e produttivi. Il futuro del sistema non è chiaro,Fabio Naggi, vicepresidente dell’Agis di Torino,per una parte le compagnie hanno subito tagli pesanti su un anno ormai passato e ad attività conclusa. Questo incide sui compensi dei lavoratori e di riduzione degli impegni. Preoccupante la linea futura che la Città intende intraprendere.
Naggi :”Quale sarà lo strumento per continuare la promozione delle piccole e medie imprese teatrali”? “A parole gli impegni nei confronti delle nostre realtà sono molti, ma poi i budget vengono tagliati, il tavolo tecnico all’Agis non viene convocato e la convenzione non si rinnova”.”Abbiamo inviato un documento ad ottobre con le nostre idee e i nostri suggerimenti non ci è ancora stata data risposta”.

L’assessora Leon :”Questa amministrazione non intende interrompere l’esperienza di Sistema Teatro Torino che resta uno strumento importante per la promozione delle medie e piccole imprese teatrali, ma di cui va definita una nuova impostazione, con un programma di incontri con gli enti coinvolti e gli operatori per stabilire le linee guida di una nuova convenzione.
L’analisi del funzionamento della convenzione, la progressiva riduzione di risorse da parte del Comune, i nuovi meccanismi attivati dai finanziamenti statali e le necessità delle compagnie emergenti rendono oggi necessario rivedere le finalità e gli strumenti di funzionamento del Sistema Teatro Torino.
La forte necessità che si stabilisca una diverso rapporto tra il Teatro Stabile, le istituzioni partecipate e le compagnie emergenti dove le grandi istituzioni non solo ospitino spettacoli ma siano di reale supporto alla produzione, alla distribuzione e alle necessità organizzative e promozionali utili a far crescere il tessuto teatrale della città e favorire il ricambio generazionale per dare maggiore solidità al sistema teatrale cittadino nel suo complesso”.

Nel 2016 le risorse destinate sono state pari a 518 mila euro rispetto alle 700 mila del 2015. Nel 2016 hanno aderito anche il Festival delle Colline, Controluce, Itaca- Lingue in Scena come festival. L’amministrazione a Cinque Stelle, da cui si ci aspettava un’inversione di tendenza visti gli impegni presi da tutti gli schieramenti in campagna elettorale a sostegno delle piccole e medie realtà teatrali lascia stupefatti ,Beppe Rosso di Acti Teatri indipendenti, a parole tutti si impegnano,ma le azioni concrete non si vedono. Nel 2009 la sua compagnia prendeva 35 mila euro per le produzioni, oggi 11 mila. Soldi per produzione e posti di lavoro,ma al di fuori della questione economica scopriamo che non c’è visione di prospettiva. Il Sistema è stata una grande innovazione, va rivisto, non buttato via.

Sulla vicenda interviene Daniele Valle (Pd), presidente della commissione regionale cultura: E’ un grave danno per Torino fermare dopo 12 anni l’attività del Sistema Teatro Torino che  ha rappresentato un modello partecipato tra istituzione teatrale, ente locale e compagnie che aveva reso l’ambiente torinese un esempio virtuoso per molte città, includendo realtà diverse per dimensioni e vocazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...