VENEZIA. ACQUA FREDDA,CURE SANITARIE INESISTENTI E LA MORTE DI SANDRINE FANNO ESPLODERE LA RIVOLTA DEI MIGRANTI.

SANDRINE BAKAYOKO sognava di fare la parrucchiera in Italia o forse anche fuori dall’Italia,ma non andrà più da nessuna parte,è morta da sola nella doccia del CIE di Cona(VE).

Il CIE ricavato nella struttura di una ex base missilistica,la base dismessa da anni ospitava i richiedenti asilo,tra questi Sandrine,che un mese fa ha subito un aborto e negli ultimi giorni soffriva di influenza,ma le cure sanitarie nel centro si limitavano alla somministrazione di aspirine e Sandrine non c’è la fatta;è morta da sola nella doccia della base.

I medici del 118 si difendono:a Sandrine è stato praticato il massaggio cardiaco e il trasferimento all’ospedale di Piove di Sacco dove,però è arrivata già morta.

La rivolta dei migranti è scattata appena avuto notizia dell’accaduto,qualche lenzuolo e qualche scaffale bruciato,gli ingressi sbarrati e 25 operatori della cooperativa trattenuti all’interno della struttura.A notte fonda la polizia è riuscita a far uscire il personale e placare la rivolta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...