BIELLA.L’ASPIRANTE SINDACA GRILLINA,ANTONELLA BUSCAGLIA,SCRIVE SU ANIS AMRI E RISCHIA IL LINCIAGGIO.

FACEBOOK  PUO’ DARE SODDISFAZIONI,MA ANCHE CREARE INCOMPRENSIONI ED ALLORA LA CONSIGLIERA GRILLINA CHE PARE NON ESSERE MOLTO AVVEZZA AL SOCIAL HA RISCHIATO IL LINCIAGGIO PER UNA FRASE SCRITTA MALE ,CHE LASCIAVA DUBBI E FANTASIA ALLE INTERPRETAZIONI.

Antonella Buscaglia, consigliera 5 Stelle e candidata sindaco a Biella nel 2014,commentando la morte del presunto terorista,Anis Amri, in una sparatoria a Sesto San Giovanni,criticava le persone felici  che un uomo fosse stato ammazzato: “Leggo post di persone che esaltano i due poliziotti che hanno fatto soltanto il loro dovere (per quello sono lì, sottopagati, mica per multe e dirigere il traffico). La frase,per altro banale, ha fato scatenare la Lega, col consigliere comunale biellese Giacomo Moscarola,che le è saltata agli occhi, più tardi anche un commento del gran capo Matteo Salvini,lo stesso che con Bossi aveva pronti 200.000 fucili,in val brembana,contro Roma ladrona. Straincazzata, la Buscaglia chiudeva il post con il solito e abusato  VAFFA, Salvini le ha prontamente restituito. Moscarola nel suo commento voleva esprimere un commento con un significato diverso,ma Salvini che è un maestro in fatto di strumentalizzazioni lo ha voluto intendere diversamente e si esprime con un:”per i grillini la vita di un terrorista è uguale a quella di un poliziotto: complimenti…”.Complimenti a Salvini che dopo i fucili della Val Brembana,la secessione da fare con tutti i mezzi,armi comprese,scopre che la vita di un poliziotto non ha lo stesso valore della vita di un killer. La domanda mi sorge spontanea:”Ma con questi 200.000 fucili contro chi,i secessionisti dalle lega,dovevano sparare?”. Il post di Antonella Buscaglia è sparito velocemente dalla circolazione, non abbastanza per non essere fotografato e rilanciato su bacheche e siti d’informazione. La consigliera, qualche ora dopo, ha replicato con una mail, per chiarire il suo pensiero: “La mia non è assolutamente una difesa del terrorista (ci mancherebbe…). Ho la perfetta consapevolezza della drammaticità della vicenda e dello spirito di rabbia che ognuno di noi nutre dentro l’anima per i reiterati attentati. Massimo rispetto per le forze dell’ordine che rischiano ogni giorno la vita ma che certamente, loro per primi, non gioiscono per aver ucciso, nonostante tutto. La mia è stata una critica a coloro che hanno espresso gioia e brindato per la morte di un uomo, anche se terrorista”. Moscarola, sempre su Facebook, ha invece chiuso così: “A tutti i buonisti del c… voglio dire che ho appena stappato una bottiglia per festeggiare l’uccisione di quel bastardo che ha ucciso 12 persone innocenti”.Insomma alla scemenza si aggiunta altra scemenza,forse bastava dire che la vita è sacra e che non può essere tolta in nome o per conto di Dio e nessuno può gioire per la morte di un essere umano; per quanto riguarda la cronaca,sembrano ormai noti i fatti che hanno portato all’uccisione di Anis Amri,la legittima difesa è contemplata nel nostro ordinamento e i poliziotti che hanno ucciso Anis Amri hanno piena giustificazione del loro operato avendo Anis aperto il fuoco per primo contro gli agenti e ferendone uno.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...