ALESSANDRIA.ONDATA DI PIENA DEL TANARO,IL PONTE MEIER SUPERA IL BATTESIMO DELL’ACQUA.

L’ATTESA ONDATA DI  PIENA E’ PASSATA ANCHE SUL TERRITORIO ALESSANDRINO,SE I CAMPI INTORNO ALLA CITTA’ SONO STATI TRASFORMATI IN UN UNICO LAGO D’ACQUA,FELIZZANO,MASIO,SOLERO PER DIRNE ALCUNI IL PONTE MEIER HA SUPERATO IL SUO PRIMO ESAME ED HA RICEVUTO IL BATTESIMO DELL’ACQUA.

Il sindaco Rita Rossa ha fatto visita al ponte Meier intorno alle 17,30 del pomeriggio,quando la prima ondata di acqua proveniente dall’alto cuneese ha transitato sotto i ponti cittadini,rimasti aperti al pubblico nonostante il pericolo provocato dall’ingrossamento del fiume Tanaro.

Il ponte dal pomeriggio invece che svuotarsi si è popolato di persone,di curiosi e di semplici cittadini a passeggio con biciclette,cani e passeggini per godersi il caldo insolito di questo pomeriggio e per ammirare senza preoccupazione la piena che in quel momento transitava sotto il ponte.

Il sindaco visibilmente soddisfatto,non della piena del Tanaro,ma del risultato,voluto con testardaggine, che il ponte prometteva ed ha mantenuto;anche in una occasione così pericolosa ha garantito la tenuta all’onda e la sicurezza per i cittadini.

Le zone che invece hanno pagato la piena del Tanaro sono state quelle agricole,da Asti alle porte di Alessandria;la parte interessata dal Bormida con l’unico ponte chiuso per motivi di sicurezza.Le aree golenali dove una trentina di famiglie sono state fatte sgomberare,le case rurali andate sott’acqua.

Asti ed Alessandria hanno affrontato l problema della sicurezza degli studenti in modo diverso:Ad Asti le scuole sono rimaste aperte e le lezioni si sono svolte regolarmente mentre i sindaci di Alessandria e Casale hanno optato per la chiusura;decisione dovuta in parte per garantire la sicurezza degli studenti  e in parte per evitare di congestionare il traffico cittadino per l’imminente arrivo dell’ondata di piena.

La situazione rimane comunque critica per la notte si prevede l’evacuazione dela popolazione dei paesi del COM6 come misura precauzionale e chi vi scrive dopo aver pubblicato l’articolo indosserà la divisa per dare il personale contributo in queste ore difficili.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...