PALERMO.FIRME FALSE M5S,OTTO INDAGATI

LA DEPUTATA LA ROCCA,REO CONFESSA POTREBBE FARE UN PASSO INDIETRO PALERMO,PER LE FIRME FALSE GLI INDAGATI SONO OTTO.

LA DEPUTATA LA ROCCA AVVISO’ GRILLO PRIMA DELLA CONFESSIONE,CHE,PERO’ SMENTISCE ED E’ POLEMICA;LE MAIL  INCHIODANO I 5 STELLE.

Svolta nel caso delle firme false a Palermo, ma dalla procura non trapela nulla. Gli indagati, fra parlamentari e attivisti sono otto,ma altri potrebbero aggiungersi alla lista,che saranno interrogati la prossima settimana alla presenza degli avvocati. L’accusa di falso, riferita alla raccolta di firme a sostegno della liste nelle elezioni del 2012 al comune di Palermo.

L’inchiesta coordinata dall’aggiunto Dino Petralia e dal pm Claudia Ferrari, fa riferimento alle indagini svolte dalla Digos. L’incrocio delle dichiarazioni di tre testimoni poi indagati, la deputata regionale Claudia La Rocca, che ha collaborato, e due attivisti, con una serie di ammissioni,il teste Vincenzo Pintagro, il disconoscimento delle firme di coloro che avevano appoggiato la lista, a far compiere alla Procura un passo decisivo. I magistrati sentite le versioni degli attivisti che materialmente avrebbero effettuato le operazioni di ricopiatura, la notte del 3 aprile 2012, dopo essersi  resi conto dell’errore materiale sul luogo di nascita.
Nel timore che la lista fosse respinta dal Tribunale, competente a vagliare la regolarità formale degli atti, furono falsificate le firme,CIRCOSTANZA AMMESSA DA MOLTI PRESENTI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...