ROMA.L’ITALIA PONE IL VETO SUL BILANCIO EUROPEO.NON PERMETTEREMO DI COSTRUIRE MURI CON I NOSTRI SOLDI.

L’Italia decide di ribellarsi ai burocrati della troica e pone il veto alla revisione del bilancio pluriennale dell’Unione Europea. A Bruxelles il sottosegretario agli Affari Europei Sandro Gozi ne ha dato l’annuncio spiegando come la decisione arrivi perché mancano le risorse per le priorità italiane: immigrazione, sicurezza, disoccupazione giovanile e ricerca. Non accettiamo muri con i nostri soldi ha detto da Catania il presidente del Consiglio Matteo Renzi.governo-di-matteo-renziimages-22

Il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi a margine della riunione del Consiglio Affari Generali a Bruxelles annunciando di confermare la riserva: Siamo stanchi delle ambiguità e delle contraddizioni europee. Siamo stanchi di un’Europa che dice alcune cose e poi non le fa. Posto in tal modo il veto alla proposta di revisione del bilancio pluriennale 2014-2020 dell’Ue. Una revisione che il governo italiano definisce inaccettabile perché mancano garanzie per l’aumento di risorse a favore delle nostre priorità: Immigrazione, sicurezza, disoccupazione giovanile e programmi per la ricerca. Eravamo pronti ad approvare la proposta della Commissione, ma la proposta di compromesso fatta dalla presidenza slovacca non è coerente con le ambizioni dell’Ue. Ci auguriamo che la nostra posizione spinga l’Europa a essere più coerente con se stessa, a mettere i soldi dove mette le parole e le priorità in questi mesi l’Europa parlano di sicurezza, di immigrazione, di fare di più per la disoccupazione giovanile, di diventare meno tecnocratica e capace di rispondere meglio alle esigenze dei cittadini: parlare delle priorità politiche senza metterci le risorse adeguate è un esercizio che non siamo più disposti ad accettare.

Il veto a Bruxelles ,ha commentato il presidente del Consiglio Matteo Renzi dall’Università di Catania, per l’inaugurazione della Torre Biologica “Ferdinando Latteri”, lo ha fatto il sottosegretario Gozi per me, perché non accettiamo che con i nostri soldi si alzino i muri. Volevano lasciare i siciliani a farsi carico dell’immigrazione, di salvare migliaia di vite e di farsi carico delle soluzioni e della complessità della vicenda. E poi riempiono di soldi i Paesi europei che non accettano non soltanto un accordo che loro hanno firmato, ma con i nostri soldi alzano i muri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...