Patate sfriciniate all’ottatese. Tradizione di Ottati

Le patate sfriciniate sono un piatto tipico di Ottati: si tratta di patate né fritte, né stufate, ma sia fritte che stufate! Cosa dico? La consistenza ed il gusto speciali di questo piatto derivano da vari accorgimenti: una certa quantità di patate nella padella (non devono starci larghe!), ridotta quantità di olio rispetto ad una normale frittura, fettine sottili, facili a cuocersi, fuoco dolce per cuocerle lentamente ed infine, tanta pazienza nel girare frequentemente. Vedrete che le patate in cottura in parte si romperanno in piccoli pezzi (da cui sfriciniate!) ed in parte si attaccheranno tra di loro a formare veri e propri mucchietti. Al palato i piccoli pezzi e la parte esterna dei mucchietti che si formano sono croccanti, mentre la parte interna resta morbida. Dovete provare questa specialità, perché le patate sfriciniate sono particolari, molto più buone delle semplici patate fritte e si mangiano con il pane. Nella ricetta postata le ho usate come contorno del cinghiale ubriaco, ma spesso dalle mie parti si cuociono insieme ai peperoni all’aceto e costituiscono un piatto unico.
E come al solito vi dico di non scoraggiarvi se non dovessero riuscirvi al primo tentativo, ma riprovate, perché ne vale davvero la pena.

 

Le patate sfriciniate all’ottatese


Ingredienti
per 2 persone
900 grammi/1 chilo di patate non sbucciate
100 ml di olio extravergine di oliva
Sale q. b.
Padella da cm 28 di diametro

 

Procedimento:

blog.giallozafferano.it/lapentolella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...