Mese: agosto 2016

I GRIGI PIANGONO SANDRO VITALI

L’Alessandria Calcio piange la scomparsa di Sandro Vitali, venuto a mancare mercoledì a Monza all’età di 82 anni. Nei grigi Vitali ha vissuto sette stagioni da protagonista da calciatore, dal 1955 al 1958 e dal 1960 al 1965. Nel 56/57 vinse la serie B e difese la maglia dei grigi in A. Per lui 214 partite e 35 gol, un bottino niente male per un centrocampista. Il suo destino da giocatore si incrociò con quello di Gianni Rivera visto che il Milan lo girò ai grigi in comproprietà e poi destinò all’Alessandria anche la seconda parte del cartellino per riscattare l’intera proprietà di quello del Golden Boy. In carriera Vitali ha anche vestito le maglie di Napoli e Varese. 

LA FABBRICA INCERTA.MARIA DALLA FABBRICA AL SUICIDIO.

La storia che raccontiamo è la stofia di Maria operaia FCA di Pomigliano suicida dopo anni di cassa integrazione.

  • Niente mimose ,ma garofani e pensieri di lotta. Gli operai di Pomigliano hanno organizzato una piccola cerimonia davanti al reparto logistica di Nola,in cui lavoravano  280 addetti in organico di Pomigliano,storico stabilimento di FIAT.La festa della donna nel segno dell’azione e della testimonianza,lontana anni luce dal chiassoso inno al consumismo e all’omologazione che è diventato l’8 marzo in questo reparto di confino.Maria operaia di 47 anni trasferita da Pomigliano senza mai lavorare,che dopo diversi anni di cassa integrazione si è suicidata nell’appartamento in affitto dove viveva sola.Una dei tanti compagni uccisi dalla precarietà. Sotto la scritta un garofano rosso e un foulard rossi,simboli di un identità operaia mortificata da un padronato asservito alle logiche perverse della flessibilità e della precarietà. A  22 anni montava il tergilunotto dell’Alfa 33 ,da sola. Oggi prende psicofarmaci,ma voglio credere che la figura dell’operaio torni ad essere quello di una volta. Un inno alla dignità calpestata,intima essenza di un lavoratore,di un combattente e di una donna. In questi giorni la famiglia Agnelli ha annunciato l,’intenzione di abbandonare definitivamente l’Italia con le sue finanziarie decidendo in questo modo l’oblio della storia di migliaia di persone che della fabbrica Italia hanno fatto una ragione di vita.

    VENTI DI GUERRA NEL MEDITERRANEO

    03 agosto 2016

    L’Italia fornirà le basi logistiche,sicuramente Sigonella,per i raid aerei americani sulla Libia.

    Colpire le basi dell’ISIS in Libia è ormai una priorità dopo i successi Russi in Siria. Chi l’ISIS l’ha creata e finananziata ora deve rientrare nel gioco internazionale dell’attivita’ di contrasto al terrorismo. Dopo i fatti che hanno sconvolto l’europa,l’obbligo e’ sconfiggere il califfato in tutte le sue forme. La Libia era nei mesi scorsi l’oasi del terrorismo islamico,una piccola Svizzera surreale ove l’ISIS oltre a controllare una fetta del territorio godeva di una sorta di immunità garantita dagli ex alleati. L’Italia che in Libia ha interessi nel settore dello sfruttamento dei giacimenti di petrolio non può astenersi dall’appoggio agli alleati e senza entrare direttamente nel conflitto concede le basi per i raid aerei.

    RIO de JANEIRO 2016

    3  agosto 2016

    Tutto pronto per le olimpiadi di Rio 2016,con i preliminari di calcio femminile sono iniziate le olimpiadi, la cerimonia ufficiale il 5 agosto.

    Federica Pellegrino sarà la nostra portabandiera,emozione e oegoglio, nel giorno del suo compleanno e già dal 6 sarà in vasca.Non nasconde le sue ambizioni nei 200 e 400 metri.

    In diretta mondiale la cerimonia di apertura delle olimpiadi nello stadio Mario Filho di Rio de Janeiro dopo l’arrivo della fiaccola olimpica partita dalla Grecia. A dirigere l’i

    naugurazione di apertura e di chiusura sara l’architetto Marco Balich conosciuto per l’albero della vita del l’Expo di Milano.Il costo dei biglietti per assistere all’evento oscilla tra i 500 e i 5.700 euro.

    PENSIONE SEMPRE PIÙ LONTANA CON I VOUCHER.

    L’utilizzo dei voucher ,nell’ultimo anno,è letteralmente esploso in tutta Italia.L’utilizzo dei voucher introdotti nel 2008 per contrastare il lavoro nero in agricoltura è stato poi esteso a tutti gli altri settori.Badanti,commercio,turismo,edilizia,ristorazione,manifattura fino all’intratenimento.La flessibilità dei buoni lavoro si presta facilmente alla messa in atto dei pratiche esclusive della legislazione e della previdenza sociale. Di fronte a questo fenomeno diverse sono le valutazioni dei sindacati;la CGIL ha promosso un referendum per abrogare l’ uso dei voucher mentre la CISL chiede il monitoraggio dei bonus lavoro e l’innalzamento dal 13  al 27% della contribuzione così da rendere dignitosa la pensione.Un lavoratore pagato con voucher anche al massimo di 7.000 euro all’anno riuscirebbe ad ottenere la pensione solo dopo 126 anni di lavoro.