Mese: agosto 2016

TERZA GIORNATA DI OLIMPIADI 

​Olimpiadi Rio 2016, calendario terza giornata – lunedì 8 agosto
14.00     TIRO A SEGNO – Carabina 10m aria compressa, qualificazione (maschile)

14.00     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): 32esimi di finale

14.00     TIRO CON L’ARCO – Prova individuale, primo turno e 16esimi di finale

14.00     PALLANUOTO – Serbia vs Grecia (Gruppo A, maschile)

14.10     CANOTTAGGIO – 2 senza, ripescaggi (femminile)

14.20     CANOTTAGGIO – 2 di coppia pesi leggeri, ripescaggi (femminile)

14.30     TIRO A VOLO – Trap, turno di qualificazione 2 (maschile)

14.30     VOLLEY – Italia vs Cina (Gruppo B, femminile)

14.30     PALLAMANO – Corea del Sud vs Svizzera (Gruppo B, femminile)

14.40     CANOTTAGGIO – 2 di coppia pesi leggeri, ripescaggi (maschile)

15.00     CANOTTAGGIO – 4 di coppia, ripescaggi (femminile)

15.00     TENNISTAVOLO – Torneo Singolare, 16esimi di finale

15.00     JUDO – 57kg (femminile), tabellone a eliminazione fino ai quarti di finale

15.00     JUDO – 73kg (maschile), tabellone a eliminazione fino ai quarti di finale

15.00     HOCKEY PRATO – Australia vs USA (Gruppo B, femminile)

15.00     SPORT EQUESTRI – Concorso completo, cross-country (a squadre e individuale)

15.00     BEACH VOLLEY – Fase a gironi

15.00     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): 16esimi di finale

15.10     CANOTTAGGIO – 4 senza, ripescaggi (maschile)

15.20     CANOTTAGGIO – 4 di coppia, ripescaggi (femminile)

15.20     PALLANUOTO – Italia vs Francia (Gruppo B, maschile)

15.30     CANOTTAGGIO – Otto, batterie (femminile)

15.45     TENNIS – Torneo Singolare e Doppio

15.50     CANOTTAGGIO – Otto, batterie (maschile)

16.00     HOCKEY PRATO – Germania vs India (Gruppo B, maschile)

16.00     BOXE – 49kg, primo turno (maschile)

16.30     PALLAMANO – Francia vs Russia (Gruppo B, femminile)

16.35     VOLLEY – Giappone vs Camerun (Gruppo B, femminile)

16.40     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): ottavi di finale

17.00     TIRO A SEGNO – Carabina 10m aria compressa, finale (maschile)

17.00     BOXE – 69kg, primo turno (maschile)

17.00     BASKET – Spagna vs USA (Gruppo B, femminile)

17.30     BOXE – 75kg, primo turno (maschile)

17.30     RUGBY A 7 – Semifinali (femminile)

17.30     CANOA SLALOM – C2, batterie (prima manche, maschile)

17.30     HOCKEY PRATO – Canada vs Argentina (Gruppo B, femminile)

17.40     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): quarti di finale

18.00     BOXE – 91kg, ottavi di finale (maschile)

18.00     PALLANUOTO – Ungheria vs Australia (Gruppo A, maschile)

18.02     NUOTO – 200m stile libero, batterie (femminile)

18.05     VELA – RS:X (maschile), regate 1-3

18.05     VELA – Laser (maschile), regate 1-3

18.10     CANOA SLALOM – K1, batterie (prima manche, femminile)

18.15     VELA – RS:X (femminile), regate 1-3

18.15     VELA – Laser radial (femminile), regate 1-3

18.29     NUOTO – 200m farfalla, batterie (maschile)

18.30     HOCKEY PRATO – Nuova Zelanda vs Germania (Gruppo A, femminile)

18.56     NUOTO – 200m misti, batterie (femminile)

19.15     BASKET – Canada vs Serbia (Gruppo B, femminile)

19.15     BASKET – Serbia vs Australia (Gruppo A, maschile)

19.20     CANOA SLALOM – C2, batterie (seconda manche, maschile)

19.30     RUGBY A 7 – Semifinale 1 (femminile)

19.40     PALLAMANO – Spagna vs Norvegia (Gruppo A, femminile)

20.00     TIRO A VOLO – Trap, finale (maschile)

20.00     VOLLEY – USA vs Paesi Bassi (Gruppo B, femminile)

20.00     CANOA SLALOM – K1, batterie (seconda manche, femminile)

20.00     TIRO CON L’ARCO – Prova individuale, primo turno e 16esimi di finale

20.00     RUGBY A 7 – Semifinale 2 (femminile)

20.30     SOLLEVAMENTO PESI – 58kg (femminile)

20.30     JUDO – 57kg (femminile): ripescaggi e semifinali

20.30     JUDO – 73kg (maschile): ripescaggi e semifinali

20.30     BEACH VOLLEY – Fase a gironi

21.00     TENNISTAVOLO – Torneo Singolare, ottavi di finale 

21.00     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): semifinali

21.00     TUFFI – Sincro 10m, finale (maschile)

21.00     GINNASTICA ARTISTICA – Prova a squadre, finale (maschile)

21.40     JUDO – 57kg (femminile): finali

21.40     JUDO – 73kg (maschile): finali 

21.40     PALLAMANO – Brasile vs Romania (Gruppo B, maschile)

22.00     BOXE – 49kg, primo turno (maschile)

22.00     HOCKEY PRATO – Paesi Bassi vs Corea del Sud (Gruppo A, femminile)

22.05     VOLLEY – Serbia vs Porto Rico (Gruppo B, femminile)

22.15     SCHERMA – Sciabola, prova individuale (femminile): finali

22.30     BASKET – Giappone vs Brasile (Gruppo A, femminile)

23.00     HOCKEY SU PRATO – India vs Gran Bretagna (Gruppo A, femminile)

23.00     BOXE – 69kg, primo turno (maschile)

23.30     RUGBY A 7 – Finale per il bronzo (femminile)

23.30     BOXE – 75kg, primo turno (maschile)

23.45     TENNIS – Torneo Singolare e Doppio, secondo turno

00.00     RUGBY A 7 – Finale per l’oro (femminile)

00.00     SOLLEVAMENTO PESI – 62kg (maschile)

00.00     BOXE – 91kg, ottavi di finale (maschile)

00.00     HOCKEY PRATO – Spagna vs Cina (Gruppo A, femminile)

00.00     BASKET – USA vs Venezuela (Gruppo A, maschile)

00.30     PALLANUOTO – Giappone vs Brasile (Gruppo A, maschile)

00.45     BASKET – Senegal vs Cina (Gruppo B, femminile)

00.50     PALLAMANO – Argentina vs Paesi Bassi (Gruppo B, femminile)

01.30     TENNISTAVOLO – Torneo Singolare, ottavi di finale

01.30     VOLLEY – Russia vs Corea del Sud (Gruppo A, femminile)

01.30     HOCKEY SU PRATO – Argentina-Giappone (Gruppo B, femminile)

01.50     PALLANUOTO – Croazia vs Montenegro (Gruppo B, maschile)

02.00     BEACH VOLLEY – Fase a gironi

02.50     PALLAMANO – Angola vs Montenegro (Gruppo A, femminile)

03.03     NUOTO – 200m stile libero, semifinali (femminile)

03.21     NUOTO – 200m stile libero, finale (maschile)

03.30     NUOTO – 100m dorso, finale (femminile)

03.30     BASKET – Francia vs Cuba (Gruppo A, maschile)

03.35     VOLLEY – Brasile vs Argentina (Gruppo A, femminile)

03.38     NUOTO – 100m dorso, finale (maschile)

03.54     NUOTO – 100m rana, finale (femminile)

04.10     NUOTO – 200m farfalla, semifinali (maschile)

04.36     NUOTO – 200m misti, semifinali (femminile)

L’ITALIA DEI NON-CITTADINI ITALIANI


08/078/2016

ITALIANI CHE SI SENTONO SEMPRE MENO ITALIANI.LE SICUREZZE GIA’MESSE A DURA PROVA DALLA GLOBALIZZAZIONE E DEFINITIVAMENTE SCOMPARSE CON LA CRISI DEL 2008.

L’Italia della burocrazia e della cattiva politica;italiani sempre più insicuri,disperati e troppo spesso dimenticati dalle istituzioni.

Riforme lasciate a metà da tutti i governi,compreso l’ultimo presieduto da Matteo Renzi,a alla flessibilità del lavoro sempre più precario promettevano contrappesi con riforme sociali,accompagnamento e corsi di riqualificazione sempre più mirati al reinserimento nel mondo del lavoro,ovviamente il tutto condito con l’assegno di disoccupazione e sostegno al reddito per un periodo fino  a 24 mesi con un contributo fino 1.300 euro al mese.

Le promesse,un pò cialtronesche,sono state mantenute a metà. La riforma dell’articolo 18 ha avuto i suoi effetti finendo per precarizzare quel poco che era restato di garanzia per le vecchie generazioni di lavoratori e per quelle future mentre di riforma degli ammortizzatori sociali neppure l’ ombra.Solo chiacchiere,fumo e niente arrosto anzi no! L’arrosto c’è stato ed ha arrostito tutti coloro che sono finiti sulla graticola della disoccupazione.

Gli ammortizzatori sociali furono rivisti in peggio dalla ministra Fornero,la mobilità per i lavoratori che ne avevano diritto,si riduce di 6 mesi ogni anno fino a scomparire,la cassa integrazione in deroga,scomparsa anch,’essa,il sussidio di disoccupazione da 1.300 euro al mese un miraggio,al massimo si arriva a 850 euro e con 30 anni di contributi non supera i 10 mesi di erogazione.

In questa condizione di solitudine e disperazione certa politica riesce persino a superare se stessa innescando quello che potremmo tranquillamente definire processo di deitalianizzazione in cui i poveri sempre più poveri finiscono con perdere la cittadinanza e i diritti garantiti dalla costituzione come il diritto alla salute,accade nella ricca Brianza e nella civilissima Toscana e nel resto d’Italia.

La solitudine,associata alla disperazionealla sfiducia nel futuro,ormai tinto di ombre scure, e la martellante propaganda xnefoba e razzista di settori della politica italiota,alla ricerca di consensi elettorali, produce come unico effetto quello di scatenare una guerra tra poveri.

La guerra innescata da una serie di rivendicazioni, ponendo al centro dello scontro non il diritto cosituzionale al lavoro ed a una vita dignitosa per tutti,di rivalsa nei confronti di persone ancora piu’sfortunate e disagiate quali i migranti ai quali qualsiasi paese civile deve dare accoglienza e opportunità. Alle rivendicazioni si aggiungono la disinformazione che soffiando sul brace dell’ignoranza innesca comportamenti esasperati,che fanno arrivare ad affermare:”Quelli scendono dai barconi e trovano accoglienza,visite sanitarie,acqua,cibo,un letto dove dormire ,il telefono cellulare con la scheda e soldi gratis mentre noi on abbiamo da mangiare,da dormire e i nostri politici se fregano di noi preferendo dare attenzione agli immigrati”. Ragionamenti sicuramente sbagliati,ma che fotografano un realtà neppure troppo lontana da una situazione di disgregazione sociale ai quali la politica,il governo continua a non dare risposte concrete se non attraverso spot pubblicitari e dati ISTAT,che nulla hanno a vedere con la disperazione di chi non ha lavoro,un letto in cui dormire ed un piatto di spaghetti da mangiare.

LE OLIMPIADI DI RIO 2016 REGALANO I PRIMI ORI ALL’ITALIA.

JUDO E FIORETTO I PRIMI ORI AGLI ATLETI AZZURRI.

07/08/2016

Il 7 agosto per gli atleti AZZURRI è stata una giornata memorabile

il paniere delle medaglie si arricchisce della medaglia numero 200 con Basile nel judo.

Fabio Basile,valsusino di Rosta,nel judo categoria 66kg liquida in 1 minuto e mezzo l’avversario coreano.Qualche minuto dopo anche Garozzo,nel FIORETTO,conquista l’oro.

Gli altri atleti in gara si devo accontentare si fa per dire dell’argento sempre nel judo con Odette Giuffrida categoria 52kg,argento anche per la coppia Cagnotto-Dallape’,bronzo nel ciclismo con Elisa Longo Borghini.

Forte delusione nel tiro al volo per Jessica Rossi e nell’arco niente bronzo per le azzurre.

Da registrare anche in casa nostra la delusione per l’eliminazione dell’Alessandria nella Tim Cup battuta dal Perugia per 1 a 0.

LA MICCIA DELLA POLVERIA MEDIORIENTALE ACCESA DA GEORGE BUSH E ALIMENTATA DAGLI SCEICCHI DEL PETROLIO.

Era il 1990 e il raiss di Baghdad,Saddam Hussein,secondo produttore al mondo di petrolio,armato e finanziato dai governi occidentali nella lunga guerra contro l’Iran,decideva di riprendersi il Kuwait.

L’occupazione dell’ex provincia Irachena non andò giù agli ex alleati di Saddam che con la prima guerra del golfo liberarono il Kuwait,ma lasciarono al suo posto il dittatore ancora utile in funzione anti Iraniana e Islamica.

L’eredità di BUSH padre venne raccolta da BUSH junior,che la storia ricorderà come il peggior presidente degli USA, e accarezzata l’idea di impadronirsi del petrolio Iracheno aspettò il momento giusto per regolare i conti lasciati in sospeso dal padre.

L’attacco alle torri gemelle fornì l’alibi per attaccare l’Iraq e stilare una lista di stati definiti canaglia su cui appuntare l’attenzione dei paesi alleati e da isolare. La crociata si realizzò con l’alleanza delle tre B: BUSH,BLAIR e BERLUSCONI e la complicità di altri paesi volenterosi.

La guerra in Iraq che avrebbe dovuto concludersi con la rimozione del raiss dal potere ha invece innescato una reazione che continua ancora oggi.

La primavera araba che nelle intenzioni avrebbe dovuto liquidare i vecchi  reggenti dei regimi mediorientali e instaurare moderne democrazie ha finito per radicalizzare lo scontro politico,culturale e militare con l’Occidente.

L’eliminazione di Saddam,Mubarach,Gheddafi in ordine di tempo e il tentativo fallito contro Assad da parte dell’opposizione democratica hanno realizzato una condizione di guerra totale che coinvolge tutti ed in cui tutti sono contro tutti.

La creazione dello stato islamico,dell’ISIS,dell’ISIL  è stato solo l’ultimo tentativo per mantenere un clima di tensione e di scontro militare nell’area MEDIORIENTALE. Non sono mancati i buoni affari con scambio di petrolio,in nero,da parte delll’autodefinito stato islamico da una parte e soldi per finanziare la guerra,armi e appoggio logistico dagli altri,Turchie in testa,ma non solo perché come ha dichiarato Putin sono almeno 40 i paesi dell’area che con lISIS fanno buoni affari.

L’intervento diretto della Russia nello scacchiere medio-orientale ha rimescolato le carte e sconvolto i piani degli alleati diretti e indiretti dello stato islamico e delle opposizioni al regime di Bashar al Assad.

Gli attentati sul territorio europeo sono sicuramente la conseguenza del cambio di rotta e l’atteggiamento dei governi europei nei confronti dello stato islamico che in questi anni non è mai stato realmente combattuto dall’occidente e che ha fatto affermare a Putin”Gli Americani sono in grado di trovare l’acqua su Marte,ma non riescono a vedere una carovana dell’ISIS che si sposta nel deserto della Siria e dell’IRAQ.Che sia il nuovo confronto militare tra le superpotenze iniziato in Corea, Laos,Vietnam continuato in America Latina con Cuba,il colpo di stato e le dittature  in Cile,Argentina,il tentativo di destabilizzare il Venezuela e infine spostato in Siria,Iraq e Libia. Intanto sulla distruzione e la condizione di disperazione del popolo Palestinse nessun commento,forse agli esportatori di democrazia non interessano le uccisioni e le punzioni collettive che Israele attua contro la Palestina ed i palestinesi sia che  essi siano combattenti di Hamas o bambini inermi.