Mese: agosto 2016

LE FRRROVIE DELLO STATO SSSUMONO 360 DIPLOMATI E LAUREATI

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

CONCORSO NELLE FERROVIE DELLO STATO.

ferrovie dello statoNuoveassunzioni nelle Ferrovie dello Stato grazie al piano di uscite volontarie. FS ha bisogno di nuovo personale per coprire i posti lasciati vacanti da chi andrà in pensione. Le Ferrovie dello Stato hanno siglato due accordi con i sindacati per procedere con 360 nuove assunzioni in vista del pensionamento di 420 lavoratori. Vediamo tutti i dettagli e come fare per candidarsi.

<ins class="adsbygoogle" data-ad-client="ca-pub-0295176683342063" data-ad-slot="6289438003"

ASSUNZIONI FERROVIE DELLO STATO 2017

La notizia è stata resa nota dal Gruppo FS tramite un comunicato rilasciato dopo l’accordo raggiunto con i Sindacati il 28 luglio. Gli accordi tra le parti prevedono numerosi nuovi posti di lavoro grazie al pensionamento di 420 lavoratori del Gruppo FS.

Le nuove assunzioni in Ferrovie dello Stato saranno 360 e sarà data molta importanza all’occupazione giovanile. Per i lavoratori che andranno in pensione è stato rinnovato il fondo per il sostegnodel reddito, attivo per tutte le società del Gruppo FS: FS, RFI, Italferr, Ferservizi, Trenitalia, Ferservizi,FS Sistemi Urbani e Italcertifer.

POSIZIONI APERTE

Ecco come saranno suddivisi i 360 posti di lavoro in Ferrovie dello Stato:

– n. 120 assunzioni per assistenti a bordo treno;
– n. 100 assunzioni per manutentori infrastrutture;
– n. 80 assunzioni per diplomati e laureati in ruoli specialistici;
– n. 60 assunzioni per manutentori rotabili.

IL GRUPPO FS

Ferrovie dello Stato Italiane SpA nasce nel 1905 e diventa ente pubblico negli anni ’80. Nel 1992 diventa una Spa con partecipazione statale totale attraverso il Ministerodell’Economia e delle Finanze. Il Gruppo FS conta 70mila dipendenti e 8mila treni in transito ogni giorno (600 milioni di passeggeri all’anno).

MAGGIORI INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni sulle nuove assunzioni Ferrovie dello Stato è possibile visitare il sito ufficiale del Gruppo nella sezione “Lavora con noi“.

ALLARME CINGHIALI NELLE COLLINE ASTIGIANE

​12/08/2016

Dopo le notizie sull’arrivo dei cinghiali in periferia ad Asti, anche inLanga la gente ha paura. Un timore che ha coinvolto anche i molti stranieri che in queste settimane soggiornano in cascinali isolati fatti restaurare sulle colline. Preoccupati sono i tedeschi e i danesi che nelle notti d’estate sono soliti camminare nei boschi per raggiungere i paesi dove ci sono le sagre.

ASSUNZIONE NELLA SCUOLA

​DA SETTEMBRE LE NUOVE ASSUNZIONI NELLA SCUOLA PER L’ANNO 2016/2017.

12/08/2016

Come già anticipato, saranno 10.294 le assunzioni di personale ATA, correlate alle richieste avanzate dal MIUR per 6.243 posti riferiti al contingente dell’a.s. 2015/16 (al netto dell’accantonamento di 507 posti per il ricollocamento del personale delle province di cui alla legge 190/2014, che il MEF ha preteso di confermare) e per 4.051 posti relativi all’a.s. 2016/17. Le assunzioni, ad eccezione dei DSGA per i quali sono previsti 216 posti in conseguenza della mancanza di aspiranti nelle graduatorie, sono ripartite dall’amministrazione tra le diverse province e per ciascun profilo sulla base dell’aliquota del 71% circa dei posti vacanti, quantificati complessivamente in 14.179 (più 1.221 posti vacanti di DSGA).

Il MIUR ha appena comunicato l’imminente emanazione delle disposizioni con cui si darà corso all’assunzione a tempo indeterminato di 10.294 unità di personale ATA con decorrenza 1° settembre 2016.
Seguirà un più dettagliato comunicato.

REFERENDUM COSTITUZIONALE.                                ITALIA “SI”, ITALIA “NO” E’ L’ ITALIA DEI CACHI E DELLE BANANE.

L’ITALIA,LA POLITICA ITALIANA E’ NOTA PER TRASFORMARE IN DRAMMA OGNI COMMEDIA.

Il dramma delle riforme istituzionali va in onda e si trasforma in commedia. La politica nostrana ha questa capacità, distruggendo le reali motivazioni dei pochi momenti di democrazia diretta in cui il popolo sovrano esprime finalmente un opinione,trasformare il quesito referendario in un pro o contro il governo.

Dagli anni del referendum sul divorzio,aborto,nucleare sono passati anni luce,dalla crisi dell’Istituto referendario è nato un mostro che stravolge le ragioni e l’istituzione stessa del referendum.Accade così che l’opinione pubblica,chi deve esprimersi con un sì o un no,non si esprime sul quesito,ma sull’attività del governo con il risultato che gli elettori disertano le urne ed i referendum falliscono.L’ultimo in ordine di tempo quello sulle trivellazioni in Adriatico.Fatto sicuramente locale,ma caricato di significato politico nazionale che ha prodotto l’allontanamento dei non interessati dalle urne.

Renzi per primo ha scommesso sul referendum COSTITUZIONALE.  Lo hanno seguito a ruota Grillo,Brunetta e Salvini così il quesito è stato cambiato da:”ELETTORE ITALIANO VOUI CONFERMARE LE MODIFICHE ALLA COSTITUZIONE?” in “ELETTORE ITALIANO VUOI CONFERMARE LA FIDUCIA NEL GOVERNO O VUOI MANDARLO A CASA?”.

Il referendum è servito,la COSTITUZIONE e la DEMOCRAZIA DIRETTA  gabbata ancora una volta dai soliti idioti, che alla presentazione di un programma politico serio, a riforme economiche serie,alla buona politica preferiscono la guerriglia di quartiere con o contro questo è quello.

Tanti auguri e mi auguro che il popolo sovrano vi punisca tutti pro e contro perché se il referendum vale la DEMOCRAZIA voi valete meno di una cicca fumata e spenta.