Mese: agosto 2016

MINISTRO DELL’ISTRUZIONE SVEDESE TROVATA POSITIVA ALL’ALCOL SI DIMETTE DALL’INCARICO.

AIDA HADZIALIC,29 ANNI,IL PIÙ GIOVANE MINISTRO DEL GOVERNO SVEDESE SI È DIMESSA DOPO ESSERE STATA TROVATA POSITIVA ALL’ALCOL.

Due bicchieri di vino ed un di spumante sono costati il posto al più giovane ministro Svedese.

Il bicchiere di troppo bevuto ad una festa a Copenaghen,quattro ore dopo si era messa alla guida per fare ritorno a Malmo,pensava che il tempo avesse smaltito l’alcol,ma fermata,dallapolizia,sul ponte che collega la Danimarca alla Svezia è risultata avere ancora 0,2 mg nel sangue.Il tasso alcolemico se pur ininfluente per rendere una persona ubriaca in Svezia è punito con 6 mesi di reclusione,in attesa del giudizio la Ministra si è dimessa DALL’INCARICO dicendosi consapevole di aver tenuto un comportamento non esemplare.

Pensare che da noi,i nostri rappresentanti,si fanno di Hashish,Cocaina e Alcol,ma anche se li beccano non si dimettono mai:si difendono dicendo che contro loro è stato ordito un complotto.

RIO 2016.DOPPIO PODIO NEI 1.500 DI NUOTO PALTRINIERI PRIMO,DETTI TERZO.

IL NUOTO AZZURRO CONQUISTA IL 6 ORO PER LA SQUADRA ITALIANA CON UNA GARA DA MANUALE DI GREGORIO PALTRINIERI.

La gara di nuoto dei  1.500 la desiderata e conquistata con 4 anni di intenso lavoro e allenamento fisico e mentale.

Entrando in vasca ammette”avevo un po’ di paura,i miei avversari sembravano tutti molto più sicuri di me”;Greg alla partenza scava subito un solco,prende metri e nessuno più riesce a stargli dietro.

La gara da manuale,però pur consegnandogli l’oro olimpico non gli consente di battere il record mondiale dei 1.500,ci saranno altre occasioni per farlo.

Sullo stesso PODIO anche Gabriele DETTI compagno di squadra e di allenamenti di Greg,meritato il terzo posto alle spalle dell’americano Jaeger;

Gabriele che ora potrà godersi un mese di vacanza sa già che la ripresa degli allenamenti sarà più dura perché dopo Rio dovranno avere uno scatto in più.

Niente da fare per Federica PELLEGRINO che con la staffetta si è classificata solo ottava.

STORIE DI COLTELLI,ONDATA DI VIOLENZA CON L’USO DI COLTELLI IN EUROPA.

L’ULTIMO EPISODIO IN ORDINE DI TEMPO IN SVIZZERA AD OPERA DI UOMO DI 27 ANNI.DA CHIARIRE I MOTIVI DEL GESTO DELL’UOMO.

Dalle Germania alla Svizzera fino alla nostra Calabria si susseguono storie di accoltellamenti con vittime e carnefici.

Nella Svizzera tedesca,cantone di San Gallo,nei pressi della stazione di Salez ,un uomo di 27 anni,atmato di coltello e di un tanica di liquido infiammabile,ha ferito 7 persone,alcune in gravi condizioni,di cui un bambino,tre donne e due uomini oltre a essersi ustionato dopo aver dato fuoco alla carrozza del treno su cui vuaggiava.

Ignoti i motivi del gesto,il ricordo torna ad un episodio analogo accaduto in Francia il 21 agosto del 2015,in Germania un ragazzo afgano che voleva vendicare la morte di un amico sotto le bombe.

Ultimo episodio,ma non meno grave l’episodio che in Calabria ha coinvolto Alex Orfei,omonimo della più conosciuta famiglia Orfei senza rapporti di parentela,che ha accoltellato per un regolamento di conti un altro artista circense,vantandosi sui social dell’aggressione,senza,però sapere che nel frattempo Werner de Bianchi,questo il nome della vittima,era morto.

All’aggressione avvenuta nella zona di Vibo Valentia avrebbero partecipato almeno 4  persone,alla fine del pestaggio Alex avrebbe accoltellato a morte il rivale.

I FIGLI PIÙ POVERI DEI PADRI PER LA PRIMA VOLTA DAL DOPOGUERRA.

PER LA PRIMA VOLTA DAL DOPOGUERRA LE NUOVE GENERAZIONI GUADAGNANO MENO DEI PADRI E LE FAMIGLIE DISPONGONO UN REDDITO INFERIORE ALLE GENRAZIONI PRECEDENTI.

Il rapporto McKinsey non lascia dubbi all’immaginazione,le nuove generazioni sono più povere che in passato,i figli guadagnano meno dei padri sia nel vecchio continente che in America o Giappone.

25 sono i paesi presi in considerazione,tra il continente Americano,Europeo ed Asiatico.L’Italia è tra i peggiori con il 97%  delle famiglie che hanno perso reddito dal 2005 ad oggi.Gli USA seguono la stessa sorte,ma con percentuali inferiori alle nostre e lo stesso per Giappone,Francia e Germania.

Fa eccezione la Svezia che con una pesante cura e l’ iniezione di soldi pubblici ha limitato gli effetti della crisi del 2008  l’emorragia di posti di lavoro.

Le politiche fiscali,i limitati interventi di protezione  sociali,le riforme mancate o mai attuate del welfare,le pesanti riforme dl mercato del lavoro hanno determinato una condizione di generale perdita di reddito delle famiglie;i giovani i più colpiti con stipendi nettamente inferiori a quelli dei propri genitori.

I risvolti sociali di questa situazione sono preoccupanti,il crescente disagio sociale unito a politiche  e retoriche che soffiano sul fuoco del disagio creano una situazione incandescente, a cui ancora non si danno risposte adeguate.

Neppure la globalizzazionedal ’95 aveva intaccato così pesantemente i redditi delle famiglie;solo dal 2008 con la crisi finanziaria dell’occidente, la scarsa propensione a dare risposte concrete per limitare i danni provocati dalla crscente disoccupazione,le mancate politiche per lo sviluppo,i

l blocco degli investimenti,con soldi pubblici, per interventi strutturali a favore dell’occupazione hanno reso i giovani ed il mondo del lavoro in generale più debole di un tempo.